Malore alla guida, Fabrizio Mossuto si schianta contro un albero e muore sulla Braccianense: aveva 35 anni

L'uomo, musicista, ha perso il controllo dell'auto sulla strada vicino Roma

Sabato 27 Agosto 2022 di Chiara Rai
Malore alla guida, Fabrizio Mossuto si schianta contro un albero e muore sulla Braccianense: aveva 35 anni

Ha perso il controllo dell'auto ed è morto dopo essersi schiantato contro un albero sulla strada di ritorno da casa. Aveva soltanto 35 anni Fabrizio Mossuto, originario di Montevirginio frazione di Canale Monterano, cittadina della bassa maremma laziale, confinante con Bracciano e con il Viterbese. L'incidente mortale è avvenuto poco prima di mezzanotte di giovedì all'altezza del bivio di via dei Grottoni, fuori dal centro, non lontano dalla via Braccianese Claudia. Sul posto è arrivata l'ambulanza allertata dai residenti che hanno sentito un boato. I sanitari hanno tentato di rianimarlo provando a trasportarlo, con un filo di battito, verso l'ospedale Padre Pio di Bracciano. Durante il tragitto, il personale paramedico ha provato a mantenerlo in vita con massaggio cardiaco, defibrillatore, ma quando l'ambulanza è arrivata al pronto soccorso, Fabrizio purtroppo era già morto. Sul posto sono intervenuti per i rilievi i carabinieri del nucleo radiomobile di Bracciano e Manziana.

Malore improvviso, l'imprenditore Vincenzo Pallante muore nel cantiere davanti a due operai: aveva 59 anni

Non è ancora chiara la dinamica dell'incidente. L'autorità giudiziaria ha disposto l'autopsia sul corpo del giovane per meglio capire la causa dell'incidente. Per questo motivo non è ancora stata fissata la data dei funerali che con tutta probabilità avverranno a Montevirginio, località dove Fabrizio è cresciuto e ha vissuto.


Straziante il dolore di mamma Franca, raggiunta da una notizia che mai avrebbe voluto ricevere nella sua vita: «Suo figlio non c'è più». In tanti si domandano cosa possa essere successo su quella strada che Fabrizio percorreva abitualmente.

Alessia De Nadai morta a 17 anni a Treviso: il malore, i due interventi alla testa e la fine


IL DOLORE
Un infarto? Un colpo di sonno? L'ipotesi più accreditata è che abbia avuto un malore. Mossuto era conosciuto da tutti come «un ragazzo d'altri tempi», attaccato al territorio, alla famiglia, alla musica, alla chiesa. Amava tanto le sue radici, la natura e trascorreva anche molto tempo nella vicina Oriolo. Il sindaco di Canale Monterano ha avuto modo di conoscerlo: «Un ragazzo d'oro dice faceva parte della banda musicale di Oriolo Romano, era trombettista. Siamo scossi dalla notizia di questa perdita prematura. Siamo vicini alla famiglia, non ci sono parole».

 

Mossuto andava a caccia, faceva qualche lavoro come operaio, amava l'arte in genere e non ha mai avuto problemi né di droga, né di alcol. Chi lo ha conosciuto lo descrive come un «esempio da seguire in questo attuale momento storico». Cordoglio da parte della comunità parrocchiale di Montevirginio, scossa per la scomparsa del giovane: «Come comunità di Sant'Egidio in Montevirginio dicono - e a nome proprio come pastore di questa comunità, ci stringiamo intorno alla sua famiglia, particolarmente alla sua mamma Franca per la dolorosa ed improvvisa perdita».
 

Ultimo aggiornamento: 28 Agosto, 11:04 © RIPRODUZIONE RISERVATA