Corso Francia, Pietro Genovese ricorre al Riesame contro gli arresti domiciliari

Martedì 7 Gennaio 2020

Pietro Genovese, accusato di omicidio stradale per la morte di Gaia Von Freymann e Camilla Romagnoli, le sedicenni uccise su Corso Francia a Roma, ricorre al Riesame. Gli avvocati Franco Coppi e Gianluca Tognozzi, difensori del 20enne, hanno presentato l'istanza al Tribunale del Riesame per chiedere l'attenuazione della misura. Genovese è agli arresti domiciliari dal 26 dicembre scorso e la scorsa settimana è comparso davanti al gip per l'interrogatorio di garanzia dove dove ha ribadito di essere partito col verde e di non aver visto le due ragazze. L'udienza verrà fissata nei prossimi giorni. 

Corso Francia, dal semaforo alla velocità del suv: iniziata la battaglia delle perizie
Corso Francia, la Procura dispone una maxi-consulenza sulla dinamica dell'incidente
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA