Virus, a Roma 7 nuovi positivi: tamponi a tutti gli immigrati del Bangladesh

Venerdì 3 Luglio 2020 di Mauro Evangelisti

Coronavirus. Undici nuovi positivi, un decesso, due nuovi casi di importazione, arrivati da altri paesi e risultati infetti. Per questo a Roma è stata organizzata una operazione senza precedenti: tutti gli immigrati del Bangladesh saranno chiamati a sottoporsi al tampone sul coronavirus (ovviamente su base volontaria).
Spiega Alessio D'Amato, assessore alla Salute della Regione Lazio: «Sono stati avvisati i medici di medicina generale ed è stato contattato l’Amministratore delegato di Aeroporti di Roma per rappresentare l’esigenza di stringere i controlli sulle provenienze dal Bangladesh. È necessario garantire al quarantena per chi proviene dal Bangladesh». 

Coronavirus, Roma: paziente positivo al Pronto soccorso dell'Umberto I

Covid a Roma, bambino positivo al centro estivo: subito 1000 tamponi

Nella Capitale i nuovi positivi sono sette. Si sta lavorando anche sul centro estivo e sul ristorante della Casilina, dopo che una ragazzina di 14 anni e il fratello di 5 sono stati trovati positivi. I genitori sono risultati negativi, ora tamponi agli altri bambini del centro estivo, a familiari, compagni di scuola della ragazzina che hanno partecipato alla cena di classe, dipendenti e clienti del ristorante. 

Ieri, come detto,  si sono registrati altri due casi di importazione: uno è un bimbo di 10 mesi rientrato dal Pakistan. L'altro un immigrato del Bangladesh tornato dal suo paese. Si tratta dell'ennesimo contagiato al ritorno da Dacca e ora l'assessore Alessio D'Amato ribadisce: «E’ necessario garantire la quarantena per chi proviene dal Bangladesh. Da lunedì effettueremo tamponi a tappeto presso il drive-in di via Nicolò Forteguerri (Asl Roma 2) ai componenti della comunità del Bangladesh che sono invitati a recarsi presso la struttura. Sono stati avvisati i medici di medicina generale della Asl Roma 2 ed è stato contattato l’amministratore delegato di Aeroporti di Roma (ADR) per rappresentare l’esigenza di stringere i controlli sulle provenienze dal Bangladesh». 

Tra i pazienti positivi, c'è anche un ragazzo che ha avuto un incidente sullo scooter ed è stato portato all'Umberto I: è stato eseguito il tampone ed è risultato infetto. «Nella Asl Roma 3 i tre nuovi casi sono in isolamento domiciliare. Nella Asl Roma 5 si registra un nuovo caso positivo da accesso al pronto soccorso dell’ospedale di Palestrina, ora ricoverato presso lo Spallanzani di Roma. Nella Asl Roma 6 dei due casi odierni uno riguarda una donna dipendente amministrativa. Per quanto riguarda le province si registra un caso nella Asl di Frosinone».
 

Ultimo aggiornamento: 22:47 © RIPRODUZIONE RISERVATA