Concerti a Roma fino al 29 maggio: da Patty Pravo “minaccia bionda” al Banco, dagli Einstürzende Neubauten agli omaggi a Ella, Nancy e Art Blakey...

Domenica 22 Maggio 2022 di Fabrizio Zampa
patty pravo

LUNEDI’ 23 MAGGIO

 

Jazz/ All’Alexanderplatz Georgios Tsolis, pianista di Cefalonia

Pianista, compositore e arrangiatore, originario dell’isola di Cefalonia, il greco Georgios Tsolis è in concerto in trio con il contrabbassista Giulio Scianatico e il batterista Francesco De Rubeis (già al suo fianco nel disco “On The Way” del 2011 e in diversi festival europei). Diplomato  al Royal Conservatory of The Hague (Olanda), Tsolis si è affermato a livello internazionale come pianista e compositore, spaziando dal jazz alla musica classica. La sua produzione vanta decine di progetti che negli anni hanno portato alla registrazione di vari dischi in trio e quartetto, dischi per orchestra, suites e composizioni per marimba e percussioni. Oggi ricopre un ruolo di riferimento nel panorama didattico musicale in Grecia e vanta innumerevoli collaborazioni con conservatori e istituzioni in tutta l’Europa.

Alexanderplatz, via Ostia 9, alexanderplatzjazz.com, ore 21

 

MARTEDI’ 24 MAGGIO

 

Jazz & World Music/All’Alex Francesco Mascio con Giovanni Imparato

L’Organ Trio è un nuovo progetto del chitarrista Francesco Mascio, musicista che ama ricerca e sperimentazione e mescola il jazz ad altri stili e filoni. Con Francesco Lo Giudice all’organo Hammpond e Domenico Benvenuto alla batteria, ha come ospite il percussionista e vocalist Giovanni Imparato. Vi aspetta un mix di generi affascinante.

Alexanderplatz, via Ostia 9, alexanderplatzjazz.com, ore 21

 

Jazz/Just 4 Two all’Elegance Cafè

La vocalist romana Francesca Silvi, anche con la band degli Adika Pongo, e il pianista Alessio Scialó (con gli Adika e membro dei Nerocaffe’band, un progetto artistico sulla musica d’autore italiana) reinterpretano le più belle melodie tratte dal songbook americano, alternando un jazz dal sapore newyorkese ricco di contaminazioni a melodie più romantiche e emozionanti.

Elegance Cafè, elegancecafe.it, 06-57284458, via Francesco Carletti 5, ore 21.30

 

Blues/Andy’s Corner al Charity Cafè

Andrea Angelini, in arte Andy’s Corner, presenta tutti i martedì il suo progetto solista acustico per voce, chitarra e armonica: un viaggio nella migliore musica anglo-americana (blues, rock, country…) in particolare degli anni ‘60 e ’70, ma non solo.

Charity Cafè, via Panisperna 68, 06-47825881, ore 22

 

MERCOLEDI’ 25 MAGGIO                                

 

Jazz/Alla Casa il pianoforte di Domenico Sanna

Domenico Sanna, da Gaeta, annata 1984, è considerato uno dei pianisti più raffinati, eleganti e interessanti che abbiamo in Italia. Nella sua musica si respirano atmosfere retro, coniugate con la sua moderna sensibilità. S’ispira a musicisti famosi come Ahmad Jamal, Lennie Tristano, Art Tatum o George Shearing, ma se ne distacca grazie al suo personale bagaglio d’esperienza, di sensibilità e di attenzione verso la contemporaneità. Ha vissuto a New York, fa parte di band come quelle di Gegé Telesforo o di Serena Brancale, sta lavorando a nuovo album che sarà per metà in trio e metà in quintetto, con qualche brano originale ma anche arrangiamenti di alcuni brani importanti del jazz, da Art Tatum a Wayne Shorter, da Charlie Mingus a Brad Mehldau.

Casa del Jazz, casadeljazz.com, viale di Porta Ardeatina 55, 06-80241281, ore 21

 

 

Jazz/All’Elegance con gli Swing Dogs negli anni ’20 e ‘30

La musica jazz degli anni ’20 e ’30 riesumata e riprodotta come dal cono di un vecchio grammofono dagli Swing Dogs, ovvero Guido Giacomini (contrabbasso e voce, protagonista della "swing reinassance" italiana), la pianista e vocalist Silvia Manco e il chitarrista Marco Cortese vi aspetta al club romano. E’ una sorta di esperienza filologica sulle orme di Fats Waller, Mills Brothers, Slim & Slam e via di questo passo. Vi divertirete con gli antichi e indimenticabili suoni di un secolo fa.

Elegance Cafè, via Francesco Carletti 5, elegancecafe.it, 06-57284458, ore 21.30

 

Blues/ Mario Donatone live al Charity Cafè

Si chiama "Blues Jam & Friends" la serata coordinata dal vocalist e pianista Mario Donatone, vero e proprio asso del blues, affiancato da Davide Bertoloni al contrabbasso e da Lucio Turco alla batteria. Come sempre, tutti i BluesMan e le BluesWoman presenti nel club sono invitati a salire sul palco e partecipare al live.

Charity Cafè, via Panisperna 68, charitycafe.it, 06-47825881, ore 22

 

GIOVEDI’ 26 MAGGIO

 

Musica/Patty Pravo, arriva al Parco il suo tour “Minaccia Bionda”

Si chiama “Minaccia Bionda Tour” e il nome è più che mai azzeccato: Patty Pravo, la star che ha cominciato la sua avventua mezzo secolo fa dal romano Piper Club, propone una serie di concerti che saranno un momento di raccoglimento e divulgazione. Nicoletta Strambelli, veneziana, annata 1948, 74 anni ma sempre in forma, affiancata dalla sua band e dalla sapiente e consumata voce narrante di Pino Strabioli stavolta trasforma il suo show in un convivio fatto di aneddoti, materiale video, confessioni e retroscena, il tutto nella cornice delle sue canzoni evergreen, da “Pazza idea” a “Ragazzo triste”, “Pensiero stupendo”, “Il Paradiso”, “La bambola”, “E dimmi che non vuoi morire” e via di questo passo, e si esibisce anche con brani dalle sonorità più ricercate, nello stile rivoluzionario con il quale intrattiene il pubblico da 50 anni, comprese canzoni dell’album del 2019 “Red”, di autori come Franco Califano ("Io so amare così", un inedito lasciato in eredità a Patty nel proprio testamento artistico), Frank Del Giudice, Giuliano Sangiorgi, Ivan Cattaneo, Giovanni Caccamo, Antonio Maggio, Marco Rettani e Fulvio Marras.

Parco della Musica, viale De Coubertin, auditorium.com, Sala Sinopoli, ore 21

 

Jazz/All’Alex l'ultimo cocktail della vocalist Susanna Stivali

La vocalist e compositrice romana Susanna Stivali, che si è perfezionata al Berklee College of Music di Boston, dopo i suoi ultimi lavori dedicati alla musica di Chico Buarque e alle composizioni di Wayne Shorter, torna sulla scena con un nuovo progetto tra jazz, sperimentazione e brani originali che la vede collaborare con un trio di giovani tra i più promettenti e originali della scena del jazz italiano: Christian Mascetta alla chitarra, Michele Santoleri alla batteria e Pietro Pancella al contrabbasso, tutti di origine abruzzese, che Susanna ha avuto modo di conoscere e veder crescere nel suo periodo di docenza al Conservatorio di Pescara. Stivali & band mettono insieme brani originali, momenti di libera improvvisazione e una ricerca di coesione sonora che parte dal linguaggio jazzistico moderno e che si nutre di influenze di altri linguaggi musicali: ogni strumento con la propria voce racconta, interagisce e accompagna le altre, alla ricerca di interplay e di un suono compatto e distintivo.

Alexanderplatz, via Ostia 9, alexanderplatzjazz.com, 06-86781296, ore 21

 

Jazz/Marc Ducret e Daniele Roccato, doppio incontro Danimarca-Italia

La Casa del Jazz promuove un incontro tra due grandi musicisti la cui comune poetica, che parte dall’esplorazione del proprio strumento, dalla ricerca e dalla libera improvvisazione, è esaltata in due concerti in cui la chitarra di Marc Ducret, danese di Aarhus, e il nostro contrabbassista Daniele Roccato duetteranno completamente liberi da vincoli e strutture. I loro concerti saranno registrati per essere poi pubblicati dalla Parco della Musica Records.

Casa del Jazz, casadeljazz.com, viale di Porta Ardeatina 55, 06-80241281, stasera ore 21 e venerdì ore 21

 

Jazz/All’Elegance un viaggio nelle composizioni di George Gershwin

S’intitola “Porgy and Bess & Other Stories” il viaggio che offrono stasera il pianista Riccardo Fassi (direttore del Dipartimento di Jazz al Conservatorio di Firenze), la vocalist bolognese Mimma Pisto, il contrabbassista Steve Cantarano e il batterista Pietro Iodice. In scaletta diversi brani dell’opera, da “Summertime” a “Bess ,You Is My Woman Now”, “Gone”, “My Man’s Gone Now”, “Ain’t Necessarily So”, “I Love You Porgy”, “Gone, Gone, Gone” e altri bellissimi successi del grande compositore americano. Un programma molto interessante e coinvolgente che è stato arrangiato appositamente da Fassi per questa formazione.

Elegance Cafè, elegancecafe.it, 06-57284458, via Francesco Carletti 5, ore 21.30

 

Jazz/Giulia Salsone & Ernesto Romero live al Charity Cafè

Stasera c’è un incontro tra due musicisti che condividono la voglia di sperimentare e di confrontarsi attraversando confini musicali ampi ma ben radicati come la musica argentina e quella europea, con l’attitudine all'improvvisazione figlia del jazz. Il risultato è un gioco che si fonda sull'interplay tra il pianoforte e la chitarra e sul sorprendente affiatamento della coppia: sono la chitarrista Giulia Salsone, diplomata in conservatorio, già collaboratrice di Bruno Tommaso e Paolo Pietrangeli e innamorata anche della musica brasiliana, e il pianista Ernesto Romero, argentino di Cordoba, che ha vissuto anni in Italia ed è tornato in patria dove fa tanti concerti di musica popolare e jazz. I due hanno alle spalle un album, “Sueno de juguette”, che propone una musica dalle atmosfere senza confini, e a distanza di anni si ripresentano con l’intenzione di trovare nuove formule e con una formazione allargata che vede in questa occasione, accanto a piano e chitarra, il contrabbasso di Andrea Colella e la batteria di Alessandro Marzi.

Charity Cafè, charitycafe.it, 06-47825881, via Panisperna 68, ore 22

 

VENERDI’ 27 MAGGIO

 

Jazz/All’Elegance Greg ricorda i crooner con The Five Freshmen

Un tributo ai grandi crooner come Frank Sinatra, Dean Martin, Nat King Cole e Andy Williams, in una versione rivista da Greg (Claudio Gregori) che ha anche personalizzato i testi di pezzi famosi dando una sua versione dei grandi classici, il tutto ricalcando lo stile del Rat Pack di Sinatra e mescolando brani swing a sketches che rendono lo show unico. Con Greg suonano The Five Freshmen, ovvero il trombonista Massimo Pirone (arrangiamenti), Stefano Rossi ai sassofoni, Paolo Iurich al pianoforte, Alessandro Patti al contrabbasso e Carlo Battisti alla batteria.

Elegance Cafè, via Francesco Carletti 5, elegancecafe.it, 06-57284458, ore 21.30

 

Musica/All’Alanderplatzex Gabriele Coen propone “Sopranissimo”

Il sassofonista e compositore Gabriele Coen rende omaggio con il progetto  "Sopranissimo" al suo strumento d'elezione, il sax soprano, interpretando oltre a alcuni brani originali, il repertorio dei suoi solisti più prestigiosi, da Sidney Bechet (“Petit fleur”) a John Coltrane (“My Favorite Things”) e Wayne Shorter (“Beauty and the Beast”), passando per Steve Lacy (“Reflections”), Jan Garbarek (“Country”) e Paul McCandless degli Oregon (“Hungry Heart”).Con l’eclettismo espressivo che è il segno distintivo del suo percorso artistico e di ricerca, Coen mescola brani tradizionali e composizioni originali in un'inconsueta e lirica esperienza musicale in un tessuto sonoro che attinge al jazz, al rock, alla world music. Dopo le precedenti esperienze con i Klezroym il sassofonista romano ha inciso due lavori con la Tzadik, l’etichetta newyorchese di John Zorn (“Awakening” del 2010 e “Yiddish Melodies in Jazz” del 2013) e  “Sephirot, Kabbalah in Music”  per Parco della Musica Records.

Negli ultimi tre anni Coen ha proposto altri tributi (John Zorn, Kurt Weill, Leonard Bernstein) con un nuovo quintetto che vede la partecipazione di importanti nomi del nuovo jazz italiano, come il batterista Zeno De Rossi e il contrabbassista Danilo Gallo. A novembre 2019 è in uscita il nuovo cd del quintetto di Gabriele per Parco della Musica Records intitolato “Leonard Bernstein Tribute”. Zorn ha spesso sostenuto  il lavoro di Coen con grande ammirazione: «All’avanguardia, eppure fermamente radicato nella tradizione, Gabriele è compositore e interprete capace di combinare una profonda conoscenza e un sincero rispetto per il passato con un eccezionale intuito comunicativo e sensibilità immaginifica». dice.

Alexanderplatz, via Ostia 9, alexanderplatzjazz.com, 06-86781296, ore 21 

 

Jazz/Al Charity live di The Cheerful Sheep 4et

Il chitarrista Nicola Di Tommaso, il pianista Vittorio Solimene, Andrea Colella al contrabbasso e Emiliano Caroselli alla batteria sono un quartetto che offre una notevole coerenza e consapevolezza jazzistica con composizioni originali che, lasciando grande spazio a interpretazioni e contaminazioni stilistiche, si radicano nella forza e nella stabilità del grande jazz. I componenti sono tra i nomi di spicco della nuova scena italiana grazie alla tecnica e all’originalità. La musica del quartetto si accosta al jazz americano contemporaneo e senza dimenticare le sue origini è nel solco delle più recenti trasformazioni, aggiungendo al tutto un respiro europeo. Nei brani vi è un'alternanza di lirismo tematico e atmosfere più complesse, in cui convivono vari stili musicali. L'improvvisazione, nutrita da un felice interplay, rimane l'elemento caratterizzante e predominante del gruppo.

Charity Cafè, via Panisperna 68, charitycafe.it, 06-47825881, ore 22

 

SABATO 28 MAGGIO

 

Jazz/Silvia Manco presenta l'album e progetto “Hanami” alla Casa

La pianista e vocalist Silvia Manco, in quartetto con Francesco Lento alla tromba e al flicorno, Francesco Puglisi al contrabbasso e Matteo Bultrini alla batteria affronta un repertorio che si dipana lungo le 12 tracce del progetto discografico “Hanami” dedicato alla primavera, intesa come mood, stato d’animo, simbolo di rinascita, rito di passaggio in accordo con i ritmi della natura, equilibrio tra buio e luce, armonia tra maschile e femminile. Il concept album “Hanami”, è inteso come rituale sonoro, evoca il rito giapponese della contemplazione della fioritura dei ciliegi come momento di meditazione e partecipazione alla forza creativa in atto che coinvolge anche l’uomo come parte della natura. Per farla ancora più lunga, l’istante apparentemente effimero in cui il germoglio si schiude è simbolo dell’inafferrabilità della musica, impalpabile e sfuggente.

Casa del Jazz, casadeljazz.com, viale di Porta Ardeatina 55, 06-80241281, ore 21

 

Blues/Al Charity live con Honey Giorgia Creaura e Daniele Pintaldi

Honey, all’anagrafe Giorgia Creatura, cantante di estrazione soul-jazz e funk, e il chitarrista Daniele Pintaldi fanno del loro incontro un'occasione per fondere due forme d’espressione dello stesso genere musicale, arricchite dai rispettivi background. Nel loro progetto "Back to the Blues" brani originali e cover si fondono in sfumature blues, soul e funky. Con i due suonano il bassista David Pintaldi e il batterista Salvatore Scorrano.

Charity Cafè, charitycafe.it, 06-47825881, via Panisperna 68, ore 22

 

Jazz/All’Alexanderplatz “Extradiction” di Marco Sinopoli

"Extradiction» è il nuovo progetto di Marco Sinopoli, compositore e chitarrista, che propone un repertorio originale di sintesi fra la musica composta e l’improvvisazione. Una musica energica, evocativa, che vuole suggestionare e che si avvale dell’unione tra un'armonia ricercata, strutture ampie e variegate e melodie sempre cantabili. Il mix di tutti questi elementi crea una sonorità dalle molte sfaccettature, dai fitti incastri ritmici e melodici, comunicativa e coinvolgente, nella quale diversi stili musicali si intrecciano verso un unica direzione. Con lui musicisti provenienti dal mondo della classica (Bruno Paolo Lombardi al flauto, Luca Cipriano al clarinetto e Fabio Gianolla al fagotto), Alessandro Gwis al pianoforte e tastiere, Toto Giornelli al contrabbasso  e Alessandro Marzi alla batteria.

Alexanderplatz, via Ostia 9, alexanderplatzjazz.com, 06-86781296, ore 21

 

Jazz/All’Elegance una notte per Ella Fitzgerald

“A Night for Ella, Almost Like Being in Love”: è la serata che rende omaggio a Ella Fitzgerald, la grande vocalist scomparsa nel 1996, con l’obiettivo di ricordare e celebrare una delle più grandi interpreti della storia del jazz, vincitrice di 13 Grammy, con oltre 40 milioni di dischi venduti. E’ un viaggio che parte dagli albori negli anni ’30 della Swing Era con lei solista nella orchestra di Chick Webb, passa per le trionfali e interminabili tournée in America e Europa, le storiche incisioni negli anni ’50 e ’60 per la prestigiosa etichetta Verve Records, patrimonio della musica più significativa del songbook americano da Duke Ellington a Cole Porter, George & Ira Gershwin, Rodgers & Hart, Irving Berlin, fino ai meravigliosi duetti con Louis Armstrong (negli album “Ella and Louis” e “Ella and Louis Again”. La sua voce agile, potente, espressiva, le sue interpretazioni intense, struggenti e spesso anche ironiche rimarranno per sempre nell’immaginario collettivo."Non ho mai saputo quanto fossero belle le nostre canzoni finché non le ho sentite cantare da Ella”, disse una vita fa Ira Gershwin. Sul palco dell’Elegance la vocalist Laura Sciocchetti, Lewis Saccocci all’organo Hammond, il chitarrista Gianluca Figliola, il sassofonista Filippo Bianchini e il batterista Francesco Merenda.

Elegance Cafè, elegancecafe.it, 06-57284458, via Francesco Carletti 5,

ore 21.30

 

DOMENICA 29 MAGGIO

 

Rock/Il Banco all’Auditorium per i 50 anni di “Il salvadanaio”

E’ passato mezzo secolo da quando il Banco del Mutuo Soccorso incise “Il Salvadanaio”, considerato uno degli album più creativi e originali del gruppo, incentrato sui virtuosistici intrecci delle tastiere di Gianni e Vittorio Nocenzi e sugli inimitabili registri tenorili di Francesco Di Giacomo, al servizio di una particolarissima contaminazione tra il rock progressivo britannico, le sonorità mediterranee, la musica strumentale barocca italiana e la tradizione del melodramma. Il Banco fu la band che diede una vera svolta al nostro rock, e oggi, mentre sta lavorando in studio per ultimare la realizzazione del suo nuovo lavoro, un concept album che vedrà la luce alla fine del prossimo settembre, è in concerto al Parco della Musica per riportare il pubblico indietro nel tempo con i brani dello storico album, ma anche per proporre le ultime composizioni, quelle di “Transiberiana”, l’ultimo disco in studio del gruppo uscito nel 2019.

Con Vittorio Nocenzi (pianoforte, tastiere e voce) che guida la band fin dagli esordi, saliranno sul palco musicisti all’apice della maturità: Filippo Marcheggiani (chitarra elettrica) da più di vent’anni nel gruppo, Nicola Di Già (chitarra ritmica) con la band da diverse stagioni, Marco Capozi (basso) volto noto ai fan del progressive rock per la sua militanza nel Balletto di Bronzo, Fabio Moresco (batteria) ex componente del gruppo rock progressive Metamorfosi, e Tony D’Alessio (lead vocal), da anni nell’orbita del Banco e che raccoglie l’importante eredità di Francesco Di Giacomo, senza mai scadere nell’emulazione ma tracciando una linea stilistica personale nel segno della continuità e del rinnovamento. Sarà un vero piacere ritrovare una delle poche band italiane storicamente “pulite”, fedeli alle origini e ancora ricche di quella grinta e quella energia che una volta erano ii principale punto di partenza per qualsiasi formazione.

Parco della Musica, viale De Coubertin, auditorium.com, Sala Sinopoli, ore 21

 

Rock/Al Parco i tedeschi Einstürzende Neubauten di Blixa Bargeld

On the road dal 1980, la band tedesca degli Einstürzende Neubauten (traducibile in “nuovi edifici che crollano”) è la formazione nata 42 anni fa a Berlino Ovest e fondata dal vocalist, chitarrista, bassista e percussionista Blixa Bargeld e da N.U. Unruh, nome d'arte di Andrew Chudy, polistrumentista, vocalist e percussionista. I due, con Alexander Hacke (noto anche come Alexander von Borsig) al basso e alla chitarra, al vocalist e chitarrista Jochen Arbeit e a Rudolf Moser (canta e suona strumenti autocostruiti e percussioni) suonano un rock sperimentale ispirato all'avanguardismo storico del Novecento, alla musica concreta e al krautrock tedesco anni settanta, tutte correnti profondamente legate al clima culturale della Germania occidentale post-bellica. Il sound del gruppo, disoograficamente assente da 12 anni, ha aperto la strada a molte band di oggi, e Blixa e i suoi presentano live l’album “Alles In Allem” uscito nel 2020.

Parco della Musica, viale De Coubertin, auditorium.com, Sala Sinopoli, ore 21

 

Jazz/All’Elegance Cafè omaggio a Nancy Wilson di Valeria Rinaldi

Nancy Wilson, afroamericana dell’Ohio, scomparsa nel 2018, è stata una delle più eleganti e sensuali vocalist della musica contemporanea: si muoveva fra jazz, pop, rhythm & blues, soul, blues e anche cabaret, si autodefiniva una stilista della canzone, aveva inciso un centinaio di album e vinto tre Grammy, nel lontano 1964 la rivista Time la definì “allo stesso tempo dolce e brava, cantante e cantastorie”, e il suo stile era inconfondbile. La vocalist romana Valeria Rinaldi, in trio con la chitarra di Stefano Nencha e il contrabbasso di Stefano Nunzi, rivisita gli arrangiamenti più celebri dei brani che hanno reso celebre la voce di Nancy.

Elegance Cafè, via Francesco Carletti 5, elegancecafe.it, 06-57284458, ore 21.30

 

Jazz/Alla Casa tributo di Giampaolo Ascolese a Art Blakey

S’intitola “My heart for Art” il progetto che il batterista Giampaolo Ascolese dedica al collega Art Blakey, eroe afroamericano di Pittsburgh del bebop, straordinario musicista scomparso nel 1990 e fondatore con il pianista Horace Silver degli storici Jazz Messengers. Con Ascolesde sono sul palco i sassofonisti Mauro Zazzarini e Mauro Verrone, il trombettista Claudio Corvini (figlio d’arte di Al Korvin, storica prima tromba dell’orchestra della Rai), il pianista Andrea Beneventano (punto di raccordo della tradizione dei Jazz Messengers) e il contrabbassista Elio Tatti, ottimo musicista e già partner, insieme a Ascolese, del gruppo che affiancava il grande vocalist Nicola Arigliano.

Casa del Jazz, casadeljazz.com, viale di Porta Ardeatina 55, 06-80241281, ore 21

 

Jazz/All’Alexanderplatz le “Esperzioni” di Attilio Di Poce

Le Esperzioni nascono dall'incontro delle diverse Esperienze ed Emozioni che il chitarrista e vocalist Attilio Di Poce ha vissuto in questo primo arco della sua vita, e che lui ha trasformato in musica con la band dei Free Brains, ovvero il pianista e tastierista Christian Costantini, il contrabbassista Roberrto Di Bagno e il batterista Luca Monaldi.

Alexanderplatz, via Ostia 9, alexanderplatzjazz.com, 06-86781296, ore 21

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA