Desirée, l'ipotesi degli investigatori: abusata quando non era più cosciente

PER APPROFONDIRE: desiree mariottini, roma, san lorenzo, stupro
Desirée, l'ipotesi degli investigatori: abusata quando non era più cosciente
Proseguono le indagini sulla scomparsa di Desirée Mariottini, la sedicenne trovata senza vita in uno stabile abbandonato a San Lorenzo. Ascoltate in queste ore dalla polizia alcune persone che il giorno della morte della ragazza e nei precedenti hanno frequentato lo stabile abbandonato di via dei Lucani. Si cerca di ricostruire dunque con chi la sedicenne abbia trascorso le ultime ore di vita. Dalle risultanze dell'autopsia emergerebbero l'assunzione di droga e tracce di uno o più rapporti sessuali.

LEGGI ANCHE Desirée, spunta l'ultima telefonata: «Nonna ho perso il bus, resto a Roma»
LEGGI ANCHE Desirée, Salvini a San Lorenzo tra applausi e proteste rinuncia alla visita: «Ora piano di sgomberi»

L'ipotesi investigativa è che potrebbe essere stata abusata quando già non più cosciente per assunzione di stupefacenti. A quanto ricostruito dagli investigatori, la ragazza orbitava nel palazzo abbandonato da un paio di giorni e in passato c'era già stata altre volte. Gli investigatori sono al lavoro per chiarire se una o più persone abbiano abusato di lei quando non era in grado di opporsi. A quanto ricostruito dagli investigatori, la ragazza orbitava nel palazzo abbandonato da un paio di giorni e in passato c'era già stata altre volte. Gli investigatori sono al lavoro per chiarire se una o più persone abbiano abusato di lei quando non era in grado di opporsi.

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 24 Ottobre 2018, 14:31






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Desirée, l'ipotesi degli investigatori: abusata quando non era più cosciente
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti