Rieti, ferito durante la battuta di caccia
poliziotto rischia di perdere una mano

Lunedì 21 Novembre 2016
Rieti, ferito durante la battuta di caccia poliziotto rischia di perdere una mano

Un agente della Polizia stradale rischia di perdere una mano dopo essere rimasto ferito da un colpo di fucile partito accidentalmente, secondo la prima versione fornita ai carabinieri, dalla propria arma durante una battuta di caccia al cinghiale. L'incidente si è verificato domenica mattina, nei boschi di Capradosso di Petrella Salto (Rieti), e lo stesso poliziotto è stato accompagnato al pronto soccorso del de Lellis dal padre, che si trovava a caccia insieme a lui, e da un altro cacciatore, mentre gli altri partecipanti si sono allontanati dopo la sospensione della battuta.

Al pronto soccorso le condizioni in cui versava la mano sono apparse subito gravi per le lacerazioni causate dalla rosa dei pallini calibro 12 e i medici, dopo il primo intervento di urgenza, hanno disposto il trasferimento del ferito, a bordo di un elicottero, al policlinico Gemelli di Roma dove si sta tentando di evitare l'amputazione.

Sull'incidente, sulla cui natura accidentale non sembrano sussistere dubbi, indagano i carabinieri della compagnia di Cittaducale che sono intervenuti sul posto. I militari intendono procedere all'interrogatorio di tutti gli altri cacciatori che facevano parte della squadra allo scopo di ricostruire l'esatta dinamica e, soprattutto, le singole posizioni occupate dai partecipanti nel bosco. A questo punto, la procura potrebbe disporre un accertamento tecnico sull'arma del poliziotto per verificarne la compatibilità con il colpo esploso.

Ultimo aggiornamento: 12:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA