Genova, ora anche l'emergenza rifiuti: distrutti compattatore e mezzi Amiu

PER APPROFONDIRE: crollo, genova, ponte, rifiuti
Genova, ora anche l'emergenza rifiuti: distrutti compattatore e mezzi Amiu
«La Regione è al lavoro per trovare un'alternativa», dice il governatore Toti. Il disastro e il Ferragosto hanno già fatto saltare numerosi turni di raccolta. Incredibile a Genova. La città, travolta dal crollo del viadotto Morandi, rischia di restare anche sepolta dai rifiuti. Il crollo del ponte provocherà gravi ripercussioni nella raccolta nel Ponente. L'unico compattatore dei rifiuti al servizio di quella zona della città è stato distrutto dal crollo del ponte insieme agli automezzi dell'azienda Amiu presenti nel deposito dove sono morti due lavoratori. La macchina serviva a compattare i rifiuti prima di andare in discarica. 
 


Il Comune di Genova e Amiu hanno già interessato Regione e Governo affinché venga fornito un supporto per superare il momento di emergenza. Amiu, dal canto suo, sta ponendo in essere - fin dal verificarsi dell'evento - tutte le azioni possibili per riorganizzare il sevizio e limitare al massimo i disagi per la popolazione. «Si invitano i cittadini, tenuto conto del momento particolarmente delicato, di limitare - per quanto possibile - il conferimento di rifiuti nei prossimi giorni e di differenziare con la maggior cura possibile i rifiuti stessi per attenuare l'impatto di questa emergenza».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 15 Agosto 2018, 15:52






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Genova, ora anche l'emergenza rifiuti: distrutti compattatore e mezzi Amiu
CONDIVIDI LA NOTIZIA
VIDEO
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti