Tav, Fico: «Il no è una battaglia identitaria del Movimento. Casaleggio: «Crisi di governo? Non credo»

PER APPROFONDIRE: fico, m5s, movimento, relazioni, tav
Tav, Fico: «Il no è una battaglia identitaria del Movimento. Casaleggio: «Nessuna crisi»
Il no alla Tav è una «battaglia identitaria del Movimento» cinquestelle. Lo ha detto a Napoli il presidente della Camera, Roberto Fico, a Napoli. «Nel 2005 la prima riunione non del movimento perché non esisteva, ma dei meetup che nascevano fu fatta a Torino perché quel giorno c'era la grande manifestazione per dire no alla Tav - racconta Fico - eravamo un centinaio di persone, oggi alcuni non ci sono, c'era anche Beppe Grillo, finì la riunione e andammo tutti alla manifestazione No Tav». Fico sottolinea che «non era un'idea ideologica o per dire no a qualcosa, era per dire di cambiare rotta rispetto a opere che non servono e non servivano, con documenti concreti e sostanziali».

«Il primo atto nel 2013 quando arrivammo in Parlamento - aggiunge Fico - come parlamentari di M5S alla Camera e al Senato, la prima uscita pubblica di tutto il MoVimento 5 stelle parlamentare fu di andare a visitare i cantieri della Tav per comprendere a che punto ci trovavamo, per dire l'ennesimo no documentato e non ideologico alla tav. Quindi è una lotta che ha attraversato ogni periodo storico dai meetup al movimento, non è un atto ideologico perché abbiamo visto tutte le relazioni che sono negative senza contare che ogni volta purtroppo, e non solo in Italia, che un'opera va avanti in un certo modo crescono anche le spese che in questo momento non sono a bilancio, diciamo così». «È chiaro che è una battaglia identitaria del MoVimento 5 stelle e quindi comprendo bene la durezza» conclude.

Davide Casaleggio. «Non penso ci sia una crisi di governo». Così Davide Casaleggio, presidente e fondatore dell'associazione Rousseau, a margine della kermesse a Palazzo delle Stelline di Milano. Casaleggio poi taglia corto: «Oggi siamo qui per parlare di Villaggio Rousseau, so che avete questo focus, ma oggi siamo qui, in un bell'evento di partecipazione come ce ne sono stati tanti».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 9 Marzo 2019, 12:05






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Tav, Fico: «Il no è una battaglia identitaria del Movimento. Casaleggio: «Crisi di governo? Non credo»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2019-03-09 14:14:49
Il grillismo assurto a Potere deve far politica, non lotte di religione!!! Non e' maggioranza, quindi deve scendere a compromessi condivisibili e sostenibili. Arroccarsi a difesa dei no e di utopie a debito rivela che il grillismo e' fratello dell'anarchia e gemello dei no globals: bravissimi a distruggere ma incapaci di costruire qualsiasi cosa, meno che mai di governare un Paese complesso inserito all'interno di alleanze complesse vincolate da trattati complessi. Insistere con la manfrina dei rinvii e dei NI al solo scopo di conservare il Potere mi sembra un grave danno per il Paese e per i nostri figli: meglio tornare rapidamente al voto e spazzar via i fancazzisti dalla scena politica.