Super Green pass sul lavoro, niente mense e bar col tampone: cosa possono fare i No vax

Lunedì 6 Dicembre 2021 di Francesco Bisozzi
Super Green pass sul lavoro, niente mense e bar col tampone: cosa possono fare i no vax

Sì al green pass rafforzato, ma non sui luoghi di lavoro. A prescindere dal “colore” assegnato alle regioni di appartenenza dai lavoratori. A fare chiarezza sull'impatto del certificato verde nei luoghi di lavoro hanno provveduto le faq del governo, un documento di 8 pagine che indica quali sono le attività consentite senza green pass, con pass “base” e con il certificato “rafforzato”, in 13 ambiti. Solo nel settore pubblico sono previsti obblighi particolari. L'obbligo vaccinale è stato esteso infatti al personale amministrativo della sanità, ai docenti e al personale amministrativo della scuola, ai militari, alle forze di polizia e al personale del soccorso pubblico.

 

«Dose booster per vaccinati e guariti dopo 5 mesi». Nuova circolare del Ministero della Salute: cosa cambia

Vaccino ai bambini, il pediatra Valentini: «È l'unica arma, si ammalano anche i neonati»

 

Super Green pass sul lavoro: i punti da chiarire

In vista dell'entrata in vigore del green pass rafforzato, il governo ha pubblicato le faq per chiarire i punti ancora in sospeso. Il documento indica quali sono le attività consentite sulla base dei vari green pass al debutto. Tredici le attività coinvolte dal potenziamento del passaporto verde: lavoro, spostamenti, impianti di sci, accesso a esercizi e uffici, scuola e università, strutture socio-sanitarie, bar e ristoranti (esclusi quelli nelle strutture ricettive), strutture ricettive, attività sportive in strutture pubbliche e private, attività ed eventi culturali, eventi sportivi, attività ricreative, concorsi pubblici.

 

 

Le Faq del governo (scarica il Pdf)

 

 

In zona arancione

Qualche esempio: in zona arancione si potrà andare a lavorare con il certificato verde “standard”, ma per prendere il caffè al bar servirà quello “premium”. Per chi non è né vaccinato né guarito dal Covid, e dunque non è in possesso del super pass, inoltre non sarà possibile in zona arancione mangiare nei dehors di bar e ristoranti. Per i no vax, in realtà, non mancano le aperture. È vero che non potranno accedere alle mense per i lavoratori pubblici e privati senza il green pass base, quello ottenuto tramite tampone, a prescindere dal colore della regione in cui si trovano. Però, in compenso, potranno entrare liberamente negli uffici della Pa, dove si confronteranno con personale munito di passaporto verde.

 

 

 

 

 

I negozi

Non solo. I no vax senza certificato sanitario potranno entrare nei negozi (dentro e fuori i centri commerciali). E salire sui taxi (ma non su bus e metro). Per quanto riguarda gli spostamenti dei no vax su mezzo proprio, il divieto scatta solo in zona arancione: le faq del governo spiegano che tali trasferimenti saranno consentiti in zona arancione solo «per lavoro, necessità, salute o per servizi non sospesi ma non disponibili nel proprio comune».

 

 

Ultimo aggiornamento: 7 Dicembre, 11:13 © RIPRODUZIONE RISERVATA