Salvini: in Toscana è solo l'inizio, con Ceccardi battaglia bellissima

Lunedì 21 Settembre 2020
Salvini: in Toscana è solo l'inizio, con Ceccardi battaglia bellissima

«In Toscana è stata una battaglia bellissima e ringrazio Susanna Ceccardi. Saremo presentissimi negli anni a venire. Superare il 40% è una bella soddisfazione e anche lì essere il primo partito del centrodestra è un buon punto di ripartenza», dice Matteo Salvini commentando i risultati delle elezioni regionali 2020 in Toscana che alla fine hanno visto prevalere con ampio margine il candidato del centrosinistra Eugenio Giani.

LEGGI ANCHE Matteo Salvini, la doppia battaglia persa con Zaia e Giorgia Meloni

«Se ci sono due forze politiche che gli elettori hanno completamente depennato sono Renzi e i 5 Stelle», ha proseguito. Però niente elezioni anticipate: «Non le chiedevo ieri e non le chiedo oggi. Prima ci sono meglio è, ma non per le elezioni regionali e il referendum». 

«Che Zaia sia uno dei governatori più amati è un motivo di vanto. Non temo e non soffro nessuna competizione interna, la mia competizione è con il Pd», ha detto il leader della Lega commentando l'exploit della lista Luca Zaia in Veneto.
 

Video

«In Liguria - ha aggiunto Salvini - c'è la riconferma della bontà del modello Genova. Nelle Regione Marche (dove ha vinto il candidato di Fdi Acquaroli) dovremmo passare da 4 a 10 consiglieri». 

«In Sardegna - ha concluso - hanno scelto un nuovo senatore dopo la scomparsa di una parlamentare 5Stelle: gli elettori hanno premiato la Lega, il Partito Sardo d'Azione e il centrodestra, eleggendo il primario di ortopedia dell'ospedale di Sassari Carlo Doria. Punita l'alleanza Pd-5Stelle».

Ultimo aggiornamento: 21:13 © RIPRODUZIONE RISERVATA