Salvini e il mitra pasquale, lo spin doctor Luca Morisi nella bufera

PER APPROFONDIRE: lega, luca morisi, matteo salvini, mitra
Salvini e il mitra pasquale, lo spin doctor Morisi nella bufera

di Mario Ajello

È nella tempesta il guidatore della Bestia, come viene chiamata la macchina comunicativa del leader della Lega. In cabina di pilotaggio c'è lui, Luca Morisi. Quello che in queste ore viene preso di mira da tutti - ma né Morisi né il suo amico Matteo si scompongono - per il tweet con la foto di Salvini che imbraccia il mitra.

Di Maio, vacanza da sub in Sardegna con la fidanzata Virginia Foto

Licenziamento in vista per Morisi, come chiede il Pd, vista questa scivolata del mitra, del noi siamo "armati" e abbiamo l'"elmetto" per combattere? Macché. La Lega e la Bestia sono decisi ad andare avanti insieme, imperterriti.



Morisi è un post-ragazzo brevilineo. Originario di Mantova. È il vero e proprio “booster” di Salvini. Ha una nutrita squadra di ragazzi nel team propagandistico-comunicativo attivo h24 sui social e gestisce le molte apparizioni del vicepremier e leader della Lega su ogni tipo di piattaforma.

Di fatto, Salvini è il politico europeo più seguito sui social e la presenza social del ministro dell'Interno combacia perfettamente con una strategia politica sempre all'attacco. Non mancano iniziative individuali dello stesso Salvini che talvolta comunica direttamente sui social dal suo smartphone. E fa anche gaffe, come quella della foto con l'hooligan milanista condannato.

 

Morisi dice: «Non chiamatemi spin doctor, lo spin doctor di Salvini è Salvini». E invece no. C'è anche, e moltissimo, Morisi. E stavolta il suo strumento, la Bestia, sembra aver esagerato.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 22 Aprile 2019, 16:24






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Salvini e il mitra pasquale, lo spin doctor Luca Morisi nella bufera
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2019-04-23 15:45:55
Invece di inveire, l'opposizione si faccia fotografare con scimitarre di plastica, liquidator da spiaggia,canna per annaffiare...il caso singolo va fatto affogare in un mare di ridicolo , se proprio si vuole. . Sarebbe bene riuscire a sapere sotto quale ministro sono state ordinate le divise fatte in Romania .40 mila addetti persi nelle fabbriche italiane...tessuti mandati all'estero da ditte nominalmente italiane...che figura!.Ormai Salvini si e' trovato di fronte al fatto compiuto in obbedienza a procedure UE.Ci manca solo che si comprino armi Estere .Qualcuno risorda il fatto delle munizioni estere che , aggiudicatesi la gara d'appalto, poi facevano inceppare le pistole Beretta italiane??'Allor anessuno si indigno', eppure c'era da ridere per non piangere.