Forza Nuova, dal Pd a Conte: «Va sciolta subito», FdI: «La decisione spetta alla magistratura»

Domenica 10 Ottobre 2021
Forza Nuova, dal Pd a Conte: «Va sciolta subito», FdI: «La decisione spetta alla magistratura»

Sale la richiesta di scioglimento di Forza Nuova, i cui leader sono stati arrestati con l'accusa di avere guidato i violenti durante le manifestazioni anti Green pass a Roma. «Non possiamo accettare che nel nostro paese ci siano aggressioni di questo tipo quindi su Forza Nuova è una valutazione che affidiamo alla magistratura ma anche io ritengo che ci siano le condizioni per lo scioglimento». Così Giuseppe Conte davanti alla sede della Cgil a Roma. «È evidente che ci sia una volontà deliberata di condurre attacchi squadristi e questo non lo possiamo accettare».

 

Forza Nuova: cosa è, quali valori ha e perché viene chiesto lo scioglimento dal Pd (e da altri settori della sinistra)

 

Conte e il Pd: «Sciogliere Forza Nuova»

Enrico Letta

«Bisogna alzare la guardia, essere netti sullo scioglimento di Forza Nuova, le immagini sono chiare, non ci sono molti dubbi. Presenteremo una mozione, poi sono altri i meccanismi che portano allo scioglimento. Ma la Costituzione è chiarissima, non ci sono dubbi che Forza Nuova debba essere sciolta». Lo ha detto Enrico Letta a Mezz'ora in più. «Serve molta più attenzione verso quello che sta accadendo, bisogna stare attenti a tutte le prossime manifestazioni, lavorare su una prevenzione più efficace», ha aggiunto il segretario del Pd.

 

Emanuele Fiano, Pd

«Leggo che il capogruppo alla Camera di Fratelli d'Italia, Francesco Lollobrigida, evidentemente non desideroso di sottoscrivere la nostra mozione per lo scioglimento di Forza nuova, visto che la sua presidente Meloni, unica in Italia, pretende di non conoscere la natura dello squadrismo di ieri a Roma, sostiene che il Parlamento non ha potere di sciogliere nessun movimento politico. Beh ci mancherebbe altro, ed infatti la nostra mozione chiede al governo, non al Parlamento, di attuare l'articolo tre della Legge Scelba». Lo dichiara in una nota il deputato del Partito democratico, Emanuele Fiano, della presidenza del Gruppo del partito alla camera. «Tutto qui Lollobrigida - conclude Fiano - se voi pensate che Forza nuova, anche in ragione dei fatti di ieri, ma ovviamente non solo, vada sciolta, sottoscrivete con noi la mozione di indirizzo, altrimenti è inutile che ci giriate intorno dandoci lezioncine sbagliate di leggi e regolamenti. Il governo può emettere un decreto di scioglimento, il Parlamento può indirizzare il governo a farlo. Vedremo voi da che parte state».

 

Simona Malpezzi, Pd

«Forza Nuova andrebbe sciolta subito. Per questo, i gruppi del Partito Democratico presenteranno una mozione al Senato e alla Camera, come dichiarato anche dal collega Emanuele Fiano». Lo ha detto Simona Malpezzi a SkyAgenda. «Le terribili violenze, con l'assalto alla CGIL e l'assedio alle sedi istituzionali, guidate da pericolosi personaggi dell'estrema destra, impongono iniziative forti e decise. Gli attacchi squadristi e neofascisti di ieri sono inaccettabili e gravissimi: serve una risposta ferma e unita da parte di tutto il Paese», ha aggiunto la presidente dei senatori del Pd.

Maurizio Landini, Cgil

«Noi lo stiamo chiedendo da tempo: la Cgil insieme alla Cisl e alla Uil e a tante altre organizzazioni lanciammo dal 2018 ha lanciato un manifesto con l'obiettivo mai più fascismi in cui chiedevamo non solo che venissero sciolte ma che non venisse nemmeno permesso di presentarsi alle elezioni democratiche». «C'è il rischio di un risorgere del fascismo, si riapra una discussione». Lo ha detto Landini a proposito della mozione che il Pd presenterà in Parlamento per sciogliere l'organizzazione Forza Nuova.

 

Antonio Tajani

«Si applichino le leggi della Repubblica, mi rifaccio alle parole di Mattarella, che dice parole sagge». Così il coordinatore di Forza Italia Antonio Tajani a Mezz'ora in più su Rai 3 a proposito della mozione Pd per lo scioglimento di Forza nuova.

Michele Emiliano, Pd

«La posizione che tutti dobbiamo assumere è questa: Forza nuova e CasaPound vanno sciolte perché sono organizzazioni neofasciste con le quali non si può più ragionare e bisogna assolutamente applicare le leggi». Lo ha detto il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano che ha portato oggi la sua solidarietà alla Cgil intervenendo al presidio organizzato nella sede di Lecce. «Da oggi comincia una mobilitazione istituzionale», ha proseguito.

«La Regione Puglia come istituzione chiederà prima al consiglio regionale, poi al governo, poi al prefetto, al ministro degli Interni di agire con assoluta durezza applicando la legge esistente. E voi sapete - ha sottolineato Emiliano - che noi quando diciamo una cosa  poi la facciamo». Il presidente, nel ribadire che «siamo per i vaccini, noi siamo per spingere le persone a vaccinarsi, anche attraverso alcune regole severe», ha anche auspicato che il presidente Draghi prenda una posizione dopo che «giornalisti coraggiosissimi hanno provato con documenti e filmati alla mano che ci sono forze politiche che giocano su un doppio binario e persino forze politiche che fanno parte del governo in parte sono legate a questi gruppi. Questo governo ha avuto davanti agli occhi una rappresentazione di ciò che accadde in Italia nel '22, dì ciò che accadde a Bari alla Casa del lavoro, quando Dì Vittorio e sua moglie la difesero con le armi in pugno dopo la marcia su Roma. Io farò dì tutto per quelle che sono le mie energie - ha assicurato - perché il governo prenda una decisione forte. Il Partito Democratico ha preso una posizione netta. Letta ha oggi chiesto lo scioglimento dì Forza Nuova e ovviamente automaticamente anche di Casapound. Perché non vedo nessuna differenza tra queste due formazioni e noi combatteremo per questo risultato», ha concluso.

Francesco Lollobrigida

Non può essere il Parlamento a decidere sullo scioglimento di Forza Nuova, ma spetta ai giudici. Lo dice Francesco Lollobrigida, capogruppo di Fratelli d'Italia alla Camera, commentando l'annuncio del deputato del Pd Emanuele Fiano della presentazione di una mozione per sciogliere Fn. «La nostra Costituzione e le leggi dello stato prevedono che la magistratura agisca nei confronti di associazioni e movimenti in contrasto con i dettami in esse contenute - sottolinea parlando con l'Adnkronos - Questo potere è attribuito alla magistratura ed alle forze dell'ordine, il Parlamento non è costituzionalmente deputato dalla Costituzione a intervenire».

 

Stefano Schiavulli e Pino Meloni  difendono Forza Nuova

«Sono sette i nostri ragazzi, tra cui Roberto Fiore, Giuliano Castellino e il figlio, ad esser stati portati in carcere. Domani verrà fatta o meno la convalida dell'arresto. Non siamo affatto stupiti. D'altronde hanno carcerato 76 milioni di italiani per un anno, tenendoli in casa ai domiciliari, figuriamoci se non arrestano chi scende in piazza». A poche ore dalla 'guerriglia' in piazza e al termine di una riunione con la comunità di Forza Nuova, i leader del movimento di estrema destra Stefano Schiavulli, già di Militia e condannato per violazione della legge Mancino, e Pino "Pinuccio" Meloni, già ultrà della Roma condannato per il raid di Brescia,  e  commentano così all'Adnkronos gli scontri e i fermi di ieri.

«Noi come realtà politica non abbiamo mai messo il cappello alla piazza o portato i nostri simboli, questo perché la piazza è del popolo e noi, parte di loro, abbiamo semplicemente e doverosamente dato loro la nostra vicinanza - continuano - combattendo al loro fianco contro un'ingiustizia quale è il green pass. Siamo vicini non solo ai nostri ma a chiunque è stato fermato dalla repressione dello Stato e non ci fermiamo perché è doveroso continuare a lottare per i diritti di tutti. La dittatura la sta imponendo questo Stato, non noi e non possiamo fermare quello che il popolo stesso, arrivato allo sfinimento, decide».

«Si parla di violazione della democrazia per un palazzo che è un simbolo, di leggi costituzionali: ma la Costituzione è stata stracciata per due anni, togliendo la libertà e la dignità alla gente. Sono stati loro i primi a violare i diritti costituzionali. Non ci stupiamo certo degli arresti - ribadiscono da Forza Nuova - in uno Stato draconiano che ha schiacciato le libertà fondamentali dei cittadini e che non vuole far altro che eliminare ogni dissenso o persona scomoda che ostacoli il raggiungimento dei suoi interessi».

 

 

Ultimo aggiornamento: 16:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA