Diciotti, voto M5s su Salvini chiude alle 21,30. Di Maio: sosterrò il risultato

Diciotti, voto m5s su Salvini slitta ancora: si chiude alle 21,30
Il popolo M5S vota sull'autorizzazione a procedere in merito al processo a Matteo Salvini per il caso Diciotti ma come già avvenuto per altre consultazioni la piattaforma Rousseau va in tilt e costringe i 5Stelle a prorogare la chiusura delle votazioni prima di un'ora e poi di un'ulteriore ora e mezza: chiuderanno alle 21.30 anziché alle 19. I malumori nella base non mancano e persino la senatrice M5S Elena Fattori sbotta su facebook per i malfunzionamenti di Rousseau nonostante «il milione di euro di soldi pubblici dati alla Casaleggio Associati per migliorarne le prestazioni. 

LEGGI ANCHE Grillo boccia il quesito su Salvini: «Se voti sì vuol dire no. Se voti no vuol dire sì»
LEGGI ANCHE Il M5s vota on line: c’è rischio crisi

Stamani, ben prima delle 10, nei vertici rimbalzava nervosismo per i timori legati alla performance di Rousseau. Precedentemente il voto era stato previsto dalle ore 10 alle 19. Qualche militante ha annunciato di esser riuscito a votare anche se persistono «rallentamenti». Troppe le persone connesse sul sistema dove oggi gli iscritti sono chiamati a esprimersi nei confronti del ministro dell'Interno. «Considerata l'alta partecipazione, la chiusura delle votazioni è stata prorogata alle 21.30 di oggi», si legge in un aggiornamento sul blog delle Stelle. 

I risultati della consultazione online su Rousseau per il caso Diciotti, a quanto si apprende da fonti del M5S, saranno divulgati questa sera sebbene non si abbiano, al momento, notizie precise sull'orario della diffusione dell'esito del voto degli iscritti. Probabile, quindi, che il risultato della votazione sia anche sul tavolo dell'assemblea congiunta del M5S convocata dal vicepremier Luigi Di Maio a partire dalle 21. 

«Gli italiani sanno che ho agito per il loro bene e per la loro sicurezza. Da inizio anno 215 sbarchi contro i 4.856 del 2018, meno 96%. E i rimpatri sono 795, quasi quattro volte gli sbarcati. Sento forte il vostro supporto, in Sardegna e ovunque io vada». Così il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, su Twitter. «Posso assicurare che il governo non cadrà, non temo tribunali del popolo», aveva già detto il ministro dell'Interno, assicurando che anche dopo le elezioni europee resterà fedele alla formula attuale e al contratto con M5S. «Siamo tutti sulla stessa barca», ha aggiunto, spiegando che il coinvolgimento del premier Giuseppe Conte e dei ministri Luigi Di Maio e Danilo Toninelli «è la riprova della condivisione della nostra scelta». 

Anche Di Maio sottolinea che sul governo si va avanti e dice che sosterrà il risultato della consultazione online. «Qualcuno si è lamentato del quesito, ma è la stessa domanda che verrà posta ai senatori in Giunta», ha detto il vice premier grillino. «Ci sta di scherzarci su perché si dice no per dire sì - ha aggiunto - ma è lo stesso quesito che sarà sottoposto ai componenti della Giunta per le autorizzazioni a procedere del Senato».

«Il voto di oggi è un voto come tanti ne abbiamo già fatti in rete, non è fondamentale. Sono altri i voti fondamentali: quello che faremo sul decreto per il sisma, sulla riduzione dei parlamentari o sul decreto per il reddito di cittadinanza. Questi sono voti fondamentali», ha detto il sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei ministri Vito Crimi. Alla domanda dei giornalisti su quale sia la sua linea personale sul voto, Crimi ha risposto: «Su questo permettetemi di valutare più attentamente in giornata. Ritengo comunque che i politici debbano andare sempre a testa alta, specialmente se fanno scelte consapevoli e motivate». «In questo caso - ha aggiunto - abbiamo una situazione molto anomala: abbiamo un tribunale, quello di Catania, che sta indagando un intero governo per azioni che rientrano nella sua azione di governo, per le quali è stato votato».

«È abbastanza chiaro che il voto su Salvini è un voto sul governo. D'altra parte anche dentro il Movimento mi sembra ci siano quelli più filogovernativi e quelli meno. È giusto anche capire il mondo dei 5 Stelle che cosa ne pensa», ha detto il viceministro alle Infrastrutture Edoardo Rixi (Lega) a margine di un evento in Regione a Genova. «Questa consultazione per noi non avrà conseguenze, per gli altri non lo so. Noi non obblighiamo nessuno a far nulla, stiamo lì e prendiamo atto delle scelte», ha aggiunto.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 18 Febbraio 2019, 10:33






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Diciotti, voto M5s su Salvini chiude alle 21,30. Di Maio: sosterrò il risultato
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti