Festa Napoli, De Luca a Salvini: «Cafone politico, commenti razzisti». Il leghista: un poveretto che va aiutato

Venerdì 19 Giugno 2020
Festa Napoli, De Luca a Salvini: «Cafone politico, commenti razzisti». Il leghista: un poveretto che va aiutato

Vincenzo De Luca, governatore della Campania, nel corso della diretta Facebook, ha attaccato il leader leghista Matteo Salvini che lo ha criticato per gli assembramenti a Napoli dopo la vittoria della squadra azzurra in Coppa Italia: «Dobbiamo perdere qualche minuto per dedicare qualche nostro pensiero ad un somaro politico che ha ripreso a ragliare. Mi riferisco ad alcuni commenti fatti dopo la festa dei tifosi del Napoli, commenti che hanno portato alla luce una propensione sotterranea allo sciacallaggio, perfino al razzismo nei confronti di Napoli, la Campania e del sud che sembra difficile da estirpare. Quello che è successo - ha aggiunto De Luca - sarebbe successo dovunque per una vittoria sportiva significativa, ma siccome è capitato a Napoli il cafone ha ritenuto di fare dei commenti. Io credo che quel cafone politico abbia dimostrato di essere davvero un somaro».

Coronavirus, dall'Aquila il sistema che controlla la temperatura dei passeggeri in stazione
 

Botta e risposta

Salvini: « De Luca? Un poveretto che va aiutato». «Per me partita chiusa... De Luca c'ha pensato 24 ore per darmi del somaro e dell'equino, un poveretto che va aiutato». Così il leader della Lega, Matteo Salvini, a Radio radio. «Detto questo i problemi sono altri, lavoro, scuola».

 

Tutti gli attacchi di De Luca a Salvini

 

De Luca non cita Salvini. Non nomina Matteo Salvini, il governatore della Campania, Vincenzo De Luca. Ma nella sua diretta Fb lo chiama in causa per le critiche che il leader della Lega ha rivolto per i festeggiamenti dei napoletani per la vittoria della Coppa Italia. Cita la manifestazione organizzata «il 2 giugno in violazione di tutte le norme anti assembramento con la vispa Teresa». Per De Luca, quanto successo a Napoli «sarebbe successo in qualsiasi parte d'Italia e del mondo».

Consiglio UE terminato: prossimo appuntamento a metà luglio, in presenza

 

Roma, una via intitolata per protesta a George Floyd e Bilal Ben Messaud

Battuta sugli Stati Generali. «Sto seguendo gli Stati generali...no, è una palla, mi è sfuggita. Mi capita di sentire qualche tg e sono obbligato a sentire». Così il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, nel corso della sua consueta diretta Facebook. «Una delle cose serie che invece potremmo fare a livello nazionale è un piano per il lavoro - sottolinea - l'ho proposto tre anni fa nell'indifferenza generale, ma in Campania abbiamo dimostrato che si può fare».

Ultimo aggiornamento: 20:49 © RIPRODUZIONE RISERVATA