Tommaso Cerno lascia il Pd e passa con Italia Viva al Senato

Martedì 18 Febbraio 2020
Tommaso Cerno lascia il Pd e passa con Italia Viva al Senato
Tommaso Cerno, ex direttore dell'Espresso candidato da Matteo Renzi in Parlamento nel 2018, avrebbe deciso di lasciare il Pd e passare a Italia viva. Lo si apprende da fonti di Iv. Cerno diventerebbe così il diciottesimo senatore di Italia viva. «Ci davano per morti e invece...», notano fonti renziane. Da notare che nei giorni scorsi Goffredo Bettini, molto vicino al segretario dem Nicola Zingaretti aveva prefigurato il percorso inverso per rafforzare il governo di Giuseppe Conte contro le incursioni di Italia viva: passaggi di renziani nel gruppo del Pd. Ma sta accadendo il contrario.

Ma non solo 
Cerno oggi avrebbe deciso di unirsi ad Italia viva: anche Michela Rostan ha lasciato Leu per unirsi ai renziani. «Doveva esserci la fuga da Italia Viva e invece il partito di Renzi cresce. Oggi Michela Rostan ha lasciato Leu e Tommaso Cerno ha lasciato il Pd. Italia Viva ha oggi 30 deputati e 18 senatori». Lo fanno sapere fonti Iv.

Governo, Renzi all'attacco sulla prescrizione. Bonafede: non è una gara. Conte: non alimento polemiche

Alta tensione premier-Renzi. Ora però il Pd vuole trattare: «Rivediamo la prescrizione»



Cerno ha commentato così il suo addio ai dem:  «Considero prescritta mia appartenenza al Pd. Trovo che il progetto politico delle correnti Pd -Zingaretti, Franceschini, Bettini- di progettare un'Italia proporzionale dove i governi e i processi durano in eterno non corrisponde alla mia visione del paese di domani». Cerno si rivolge anche a Matteo Renzi: «Credo sia ancora possibile ambire a una legislatura riformista che preveda l'elezione diretta e ridia ai cittadini la scelta autentica riguardo a chi guiderà il Paese. Invito Renzi a chiarire la posizione su questo punto». Ultimo aggiornamento: 21:15 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci