«Carlo si farà da parte e William sarà re»: la rivelazione del biografo di Lady Diana. E per il principe tifa il 47% degli inglesi

Giovedì 26 Agosto 2021 di Simona Antonucci
Il principe William con la moglie Kate Middleton

Il principe William salirà sul trono d’Inghilterra prima di Carlo. Lo desidera il 47 per cento dei britannici, almeno secondo i risultati di un recente sondaggio, e lo suggerisce il biografo di Lady Diana, Stewart Pierce, che fu anche l’insegnante di dizione della principessa del Galles. Quando i tempi saranno maturi per l’elezione di un nuovo reggente, il principe Carlo potrebbe chiedere di correggere la legge costituzionale per permettere al secondo in linea di sangue, suo figlio, duca di Cambridge, di salire al trono.

 

William e Harry hanno fatto pace? Le conversazioni di famiglia su Zoom con Meghan e Kate che cucina

 

«Carlo si farà da parte e William sarà re»

Del resto, il principe William piace ai sudditi, molto più del padre Carlo, e a confermarlo i risultati di un sondaggio condotto dalla Deltapoll: la maggioranza dei britannici vuole che la Corona passi direttamente a William, saltando Carlo, primo in linea di successione. La differenza è di ben 20 punti: Carlo gode solo del 27 per cento delle preferenze, mentre il primogenito ne vanta 47. Gli sforzi di Buckingham Palace di migliorare l’immagine pubblica del principe del Galles continua, quindi, a non dare i risultati sperati: William rimane l’erede più amato.

Kate Middleton

E così Kate Middleton e William potrebbero salire sul trono molto prima di quanto immaginavano. La Regina infatti non avrebbe ancora deciso se lasciare il posto a Carlo oppure affidarsi al nipote e alla moglie che in questi ultimi mesi hanno mostrato grande dedizione e spirito di sacrificio nei confronti della Corona. Qualità che, a detta della Sovrana, mancherebbero al primogenito. A confermarlo è Clive Irving, esperto della famiglia reale, che ha realizzato un documentario in cui parla del futuro della monarchia britannica. In lizza per il trono, secondo Irving, non ci sarebbe solo Carlo, ma appunto anche William.

 

 

IL DOCU

Quest’ultimo, come spiega il docufilm Queen Elizabeth: Love, Honour and Crown, avrebbe tutte le capacità richieste per sostituire la Regina. Al contrario del padre che, con il suo atteggiamento anche nei confronti di Harry, avrebbe dimostrato di non saper mettere la monarchia prima di ogni cosa, persino dell’orgoglio. Stewart Pierce, che ha anche scritto la biografia “Diana the Voice of Change”, suggerisce inoltre che la linea di successione potrebbe essere ottimizzata. Spiegando, appunto, che potrebbe essere modificata la legge che sancisce le regole della Corona inglese.

Camilla

Anche perché eleggendo William si supererebbe la figura di Camilla “regina” che gli inglesi non vedono di buon occhio. La modifica della costituzione, secondo Stewart, non sarebbe una rivoluzione assoluta: un primo scossone lo ha già dato Harry sposando Meghan, una donna divorziata, scelta che fu negata alla principessa Margaret che voleva unirsi in matrimonio con Peter Townsend in 1953 e non ci riuscì per la levata di scudi della Chiesa inglese.

 

 

Platinum Jubilee

Chiunque prenderà lo scettro, sarà un re che governerà il Regno dopo una Regina da “record”, Elisabetta II che l’anno prossimo festeggerà il suo 70esimo anno di reggenza: un Platinum Jubilee che verrà celebrato dal 2 al 5 giugno durante il bank holiday nell’estate del 2022. Solo il 41 per cento si dice in favore di una permanenza sul trono di Elisabetta – che compie 95 anni il 21 aprile – fino alla sua morte, come da lei stessa promesso in gioventù. Il sondaggio rivela anche che, inaspettatamente, Harry emerge come un possibile re, il principe ribelle che gran parte dei giovani tra i 18 e i 14 anni di età preferirebbe sul trono, anche al posto del fratello William e nonostante sia solo sesto in linea di successione.

Oprah Winfrey

Ciò non toglie, però, che oltre il 50 per cento del totale degli intervistati si dica fermamente convinto che Harry e Meghan abbiano seriamente danneggiato la monarchia con la loro intervista a Oprah Winfrey. Della successione se ne parla da anni, ma Buckingham Palace ha sempre smentito di aver mai preso in considerazione la possibilità di “saltare” una generazione quando Elisabetta non ci sarà più. Ma in realtà, un pensierino i funzionari a corte dovranno averlo fatto: il principe William, simpatico e alla mano, è sempre stato più popolare del padre Carlo, spesso accusato di essere troppo ancorato ai rigori della monarchia di una volta. E il fatto che William, anziché Carlo, assicurerebbe la popolarità di un’istituzione sempre a rischio di estinzione viene confermata anche dall’impegno che il giovane principe sta dimostrando nel tener su il morale dei sudditi, esortando a vaccinarsi contro il Covid e lodando gli sforzi della sanità nazionale.

 

 

Harry e Meghan

Kate Middleton e William, tra l'altro, sono stati coinvolti direttamente nella faida fra i Sussex e la Royal Family. Questo però non ha impedito ai Cambridge di continuare a presenziare eventi pubblici, ma soprattutto a tentare di ristabilire la pace con Harry e Meghan Markle, nonostante le pesanti accuse della coppia nel corso dell’intervista rilasciata in Usa. Discorso diverso per Carlo, che ha disertato gli eventi in cui era presente Harry e non ha nascosto il suo disappunto nei confronti del figlio. Un comportamento che non sarebbe piaciuto alla Sovrana. «La regina Elisabetta è frustrata e perplessa dal primogenito – spiegano gli esperti -. La verità è che la sovrana non ha mai capito davvero Carlo e ancora oggi è più affettuosa e comprensiva con il fratello minore, il principe Andrea».

© RIPRODUZIONE RISERVATA