Blair cavaliere, è rivolta. «Non voleva la pace». Petizione con 100.000 firme in Gran Bretagna

Domenica 2 Gennaio 2022 di Leonardo Jattarelli
Blair cavaliere, è rivolta. «Non voleva la pace». Petizione con 100.000 firme in Gran Bretagna

L’ex primo ministro laburista Tony Blair ha ricevuto l’1 gennaio l’onorificenza dell’ordine della Giarrettiera, il più antico ordine cavalleresco inglese, diventando così sir Tony. I membri dell’ordine sono scelti personalmente dalla regina, che può indicare sino a 24 «cavalieri e dame». Oltre a Blair, entrano nell’ordine cavalleresco la baronessa Amos e Camilla, moglie del principe Carlo. Ex ministro laburista, la Amos, che già siede nella camera dei Lord, è la prima donna nera a ricevere l’onorificenza, istituita nel 1348 come riconoscimento per importanti pubblici servizi. La scelta di Camilla viene interpretata come un riconoscimento della Regina per il ruolo svolto dalla duchessa di Cornovaglia come membro di primo piano della famiglia reale e consorte del futuro re, nota la Bbc.

Lady Diana, pubblicate le carte segrete del funerale: Buckingham Palace non voleva che Elton John cantasse

Pandora Papers, da Blair a Claudia Schiffer: ecco come i vip nascondono i soldi nei paradisi fiscali

Aspre critiche

Ma la nomina concessa dalla regina Elisabetta all’inizio del nuovo anno a Blair ha sollevato aspre critiche e si è attivata fin da subito una petizione per la rimozione dell’onorificenza. Il governo di Tony Blair durò per circa dieci anni a partire dal 1997. Tra i successi del suo mandato, vanta la pace nell’Irlanda del Nord. Ma ancora oggi fa molto discutere la sua campagna militare in Iraq del 2003. La notizia dell’elevazione dell’ex primo ministro laburista all’Ordine della Giarrettiera come Cavaliere Compagno, proprio per questo motivo, ha provocato sgomento tra gli oppositori dell’invasione dell’Iraq. Questi, infatti, lo considerano un “criminale di guerra”. Tuttavia Tom Tugendhat, il presidente del comitato ristretto per gli affari esteri che ha servito come ufficiale dell’esercito in Iraq e in Afghanistan, ha dichiarato: «Il Cavalierato della Giarrettiera è un dono personale della regina Elisabetta. Tutti gli ex Primi Ministri ce l’hanno, quindi non capisco il perché sia sorprendente».

 

Da Battiato alla Carrà, dal Principe Filippo a Jean-Paul Belmondo: chi ci ha lasciato nel 2021


Le madri dei militari che hanno preso parte alla guerra in Iraq si sono scagliate contro la decisione della regina Elisabetta. Le donne, infatti, hanno subito definito il cavalierato di Tony Blair come «l’ultimo insulto», mentre su Internet sono state raccolte 100 mila firme in una petizione per rimuovere l’onorificenza.
La madre di soldato, Carol Valentine, ha commentato al Daily Mirror come il cavalierato sia appunto un «ulteriore insulto» dopo che suo figlio Simon è stato ucciso mentre prestava servizio in Afghanistan nel 2009. E un’altra donna, Hazel Hunt, il cui figlio Richard è morto in Afghanistan, ha dichiarato di voler restituire la Elizabeth Cross, il riconoscimento che la sua famiglia aveva ricevuto. Anche gli utenti social si sono scatenati contro il cavalierato concesso a Blair.

Regina Elisabetta, il piano del 19enne dell'attacco a Windsor in un video: «Così la ucciderò»

Ultimo aggiornamento: 21:13 © RIPRODUZIONE RISERVATA