L'ULTIMO SALUTO

Funerali Michela Murgia, la famiglia e Saviano portano la bara. Il coro Bella Ciao. Lo scrittore: «Portiamo avanti la sua battaglia»

Ad officiare la cerimonia l'amico don Walter Insero

Sabato 12 Agosto 2023

Saviano: "Avanti con la battaglia di Michela per i diritti"

Michela «era con me quando nessuno c'era, in ogni udienza, a difendermi.

Sapeva che questi governi stanno andando verso un buio di scelte autoritarie, che andavano disinnescate democraticamente. Anche quando era nel pieno del dolore non ha mai smesso di essere felice, di difendere i diritti, di scegliere da che parte stare. È l'esempio che ci ci ha dato ed è quello che dobbiamo continuare a fare». Lo dice Roberto Saviano intervenendo in Chiesa a cerimonia conclusa, nello spazio per i ricordi, e poi parlando con i cronisti alla fine dei funerali di Michela Murgia che si sono celebrati alla Chiesa degli Artisti di Roma. «Per Michela il senso di tutto era la condivisione, la scelta di non essere soli e non far stare soli. Ogni volta che ero in un momento difficile mi diceva 'vieni quì» ha detto in chiesa Saviano, che alla fine ha anche portato a spalla il feretro, insieme, fra gli altri, al marito della scrittrice Lorenzo Terenzi, Con lei «ci siamo conosciuti e ci siamo uniti non per quello che abbiamo fatto, ma per quello che ci hanno fatto». L'essere «bersaglio a lungo degli odiatori mediatici», anche se «quelli che le hanno fatto veramente del male sono stati quelli che avevano un piede qui e lì, quelli non hanno preso posizione». Michela «ha sempre scelto di stare dalla parte dei diritti e sapeva che per questo avrebbe pagato un prezzo».

Murgia, Bella Ciao all'uscita del feretro

Un lungo, lunghissimo, quasi interminabile applauso e le note (con qualche pugno chiuso) di Bella Ciao hanno salutato oggi Michela Murgia dopo la celebrazione delle esequie funebri che si sono svolte a Roma nella Chiesa degli Artisti. Un ultimo saluto da parte di una folla 'anonimà, tra lacrime e selfie, giunta da tutta Italia, ferventi lettrici dei romanzi della scrittrice scomparsa giovedì scorso, da 'Accabadorà, il suo primo grande successo ad 'Ave Mary', molti dei quali 'espostì e levati in bella vista, (con i ritratti fotografici di una Murgia sorridente) tra le migliaia di persone che hanno accolto la salma nella piazza del Valadier. All'uscita anche Concita De Gregorio, Marco Damilano, Chiara Valerio, Elly Schlein, Sandro Veronesi, Paolo Virzì, Lella Costa, Chiara Tagliaferri, Roberto Saviano, Nicola Fratoianni. Dinanzi al feretro la folla grida: 'Michela sei una grandè, 'Saviano sei un grandè. Impossibile partecipare alla funzione religiosa. Il 'popolò di Michela Murgia non si perde d'animo. Segue la funzione in diretta social dai cellulari. Numerosi sono i turisti italiani e anche quelli stranieri. Si domandano cosa stia accadendo. Un bambino chiede al suo papà: «ma chi è Michela Murgia?'. 'Te lo racconto stasera. Rimettiamoci ora in viaggiò, risponde deciso il genitore

La folla intona "Bella ciao"

La folla fuori dalla Chiesa degli Artisti di Roma in attesa dell'uscita del feretro di Michela Murgia, oltre un migliaio di persone, ha intonato 'Bella ciaò. I funerali, celebrati da don Walter Insero, hanno visto la partecipazione e gli interventi di diversi personaggi che l'hanno ricordata, da Roberto Saviano alla scrittrice Chiara Valerio.

Malori e svenimenti per il caldo

Malori e svenimenti per il caldo in Piazza del Popolo gremita per l'ultimo saluto a Michela Murgia. Impossibile entrare all'interno della Chiesa degli Artisti già strapiena.

Niente fiori in chiesa

Niente fiori in chiesa per i funerali di Michela Murgia, nella Chiesa degli Artisti a Roma: solo composizioni vegetali, con mirto, carciofi, peperoncini, limone, secondo le sue volontà. Per questo - spiegano dal suo entourage - è stata rimandata indietro una corona inviata dal Comune.

Don Walter Insero: «Ha dimostrato che si può amare nel dolore»

«Abbiamo scelto questa pagina dal Vangelo di San Giovanni con Michela. Gesù è simboleggiato con la porta, cioè la soglia, quel luogo di passaggio che permette di attraversare lo spazio e andare oltre». Lo dice Don Walter Insero nell'omelia ai funerali di Michela Murgia, in corso alla Chiesa degli Artisti a Roma. «Lei è nell'oltre, la sua anima è in viaggio verso il Padre non verso il nulla. Ha fatto tante battaglie e ha conservato le fede - aggiunge -. Ci ha lasciato questa testimonianza: è possibile amare nel dolore, salutare tutti e riconciliarsi con tutti». In apertura della cerimonia don Insero ha anche letto un messaggio per la scrittrice del Cardinal Zuppi: «Il libro della sua vita non è finito, le sue pagine continuano a essere scritte con lettere d'amore. Lei lo ha scritto con passione».

Murgia: Schlein, Pascale, Turci al funerale

Il feretro accolto da un lungo applauso, la scalinata gremita da una folla silenziosa a rendere l'ultimo omaggio a Michela Murgia, alla chiesa degli Artisti in piazza del Popolo a Roma. Famiglie arcobaleno, giornalisti, rappresentanti del mondo della cultura e del giornalismo, gente comune. E anche i politici rendono omaggio. Tra i primi ad arrivare, la segretaria del Pd Elly Schlein, poi arrivano anche Francesca Pascale e sua moglie Paola Turci.

Feretro accolto da un lungo applauso

Il feretro accolto da un lungo applauso, la scalinata gremita da una folla silenziosa a rendere l'ultimo omaggio a Michela Murgia, alla chiesa degli Artisti in piazza del Popolo a Roma. Famiglie arcobaleno, giornalisti, rappresentanti del mondo della cultura e del giornalismo, gente comune. E anche i politici rendono omaggio. Tra i primi ad arrivare, la segretaria del Pd Elly Schlein, poi arrivano anche Francesca Pascale e sua moglie Paola Turci.

Arrivati Schlein, Veronesi, Tagliaferri, Ciabatti, Saviano

C'è già una grande folla, in attesa della cerimonia, davanti alla Chiesa degli Artisti a Roma dove alle 15.30 si celebreranno i funerali di Michel Murgia. Il feretro, appena arrivato, è stato accolto da un lunghissimo applauso, diventato un'ovazione, di tanti lettori che si sono organizzati per venire anche attraverso un gruppo Telegram con 600 iscritti dove hanno deciso di rendere omaggio alla scrittrice anche indossando una maglietta bianca. In chiesa i figli d'anima di Murgia e grandi amiche e colleghe come Chiara Valerio, Chiara Tagliaferri, Teresa Ciabatti. Ci sono anche Roberto Saviano, Paolo Repetto, Elly Schlein, Sandro Veronesi e Lella Costa. Un'ammiratrice espone lo striscione God save the queer, la scritta che Michela Murgia aveva sull'abito di nozze. Tra gli omaggi floreali una composizione verde con il mirto e la corona di Roma Capitale.

La diretta della cerimonia

Folla fuori la Chiesa degli artisti

 

 

Emma Bonino: nostre strade diverse ma parallele

«La mia strada e la sua sono state diverse ma parallele. Una cosa che ci accomuna? La libertà». Lo dice in un'intervista a La Repubblica Emma Bonino, parlando della scomparsa di Michela Murgia. «Se la voce di Michela si è alzata così forte, è perché tutti gli altri intorno stavano zitti» spiega. Roberto Saviano ha detto che il funerale di Michela Murgia sarà un atto politico: «Sarà così se qualcuno raccoglierà davvero il suo testimone e spero che succederà - commenta -. Ho però un pò di amaro in bocca» perché «purtroppo ancora in questo Paese, per essere apprezzati bisogna morire». Recentemente con Michela Murgia «abbiamo fatto un dibattito sulla stampa, sugli stili di vita, e lei mi raccontava di questa comune che stava mettendo in piedi, fatta di persone che si amavano, o non si amavano, per scelta, e condividevano una casa». Durante «questo nostro confronto, mi parlava della sua ostinazione per trovare il modo di legalizzare questo modo di stare insieme e io le dicevo che legalmente è un pò complicato trovare una strada. Però la sua battaglia è da sempre anche la mia». Viviamo «in un Paese nel quale, per la maggioranza, l'unico modello di affetto è: lui, lei e due figli, stile Mulino Bianco. Ogni altra forma è vista non come diversità, ma come devianza». Addirittura «a Torino, in un ospedale, si istituisce la stanza dell'ascolto per fermare l'aborto, costringendo le donne a vedere il feto e ad ascoltare il battito del cuore. Una barbarie. Eppure tutto passa senza indignazione».

La cerimonia alle 15.30

La cerimonia oggi pomeriggio si terrà nella Capitale alle 15.30

I funerali oggi a Roma nella Chiesa degli Artisti

Cattolica e teologa, Michela Murgia ha sempre testimoniato apertamente la sua fede. Un credo però fuori dagli schemi, inclusivo, e a tratti anche divisivo. In ogni caso la scrittrice lascia questo mondo con un testamento preciso: un funerale in chiesa. Ad officiare il rito, domani pomeriggio alla Chiesa degli artisti di Roma, sarà don Walter Insero.

Michela Murgia, i funerali oggi a alle ore 15.30 a Roma nella Chiesa degli Artisti: ad officiare la cerimonia l'amico don Walter Insero

Ultimo aggiornamento: 13 Agosto, 09:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA