Maddie McCann, parla l'ex di Brueckner: «Ho dormito anche io in quel camper, era ossessionato dalle ragazze giovani»

Domenica 5 Settembre 2021
Maddie McCann, parla l'ex di Brueckner: «Ho dormito anche io in quel furgone, era ossessionato dalle ragazze giovani»

L'ex di Christian Brueckner, sospettato di aver fatto sparire la piccola Maddie McCann, ha rivelato che ha dormito nel furgone che la polizia crede abbia usato per rapire la bambina di tre anni. L'ex fidanzata di Brueckner ha riconosciuto il camper. Ora Nuray Oezgen ha 52 anni e ha frequentato Brueckner, condannato per stupro e reati sessuali su minori, per tre mesi. Si sono lasciati per quella che lei descrive come una «crescente ossessione» per le giovani donne. 

È The Mail on Sunday a raccogliere la rivelazione di Nuray. Nell'intervista la donna ha raccontato come Christian Brueckner l'ha portata nel furgone Volkswagen T3 Westfalia giallo e bianco che aveva descritto come la sua casa. Ed è lo stesso camper che è apparso sui media quando hanno detto che Brueckner era sospettato.

Lui ci dormiva dentro. All'epoca, la donna pensava solo che fosse molto povero e a volte era rimasta a dormire con lui la notte. Ha detto anche che lui la portava a feste per scambisti. 

Oezgen è la prima delle ex fidanzate di Brueckner a parlare ufficialmente è stata interrogata due volte dall'FBI tedesca. Ha parlato di Brueckner come di una persona che aveva una doppia faccia: un lato cattivo e aggressivo.

La piccola Madeleine, che allora aveva tre anni, scomparve da Praia da Luz nel maggio 2007, mentre i suoi genitori, Kate e Gerry McCann, cenavano nelle vicinanze con amici. I magistrati tedeschi hanno diffuso un appello per avere maggiori informazioni e hanno diffuso anche le immagini del camper che il 44enne guidava all'epoca e che potrebbe essere stato usato durante il rapimento di Madeleine. 

 

Si pensa che il veicolo sia stato venduto in Algarve nel 2015, ed è stato recuperato dalla polizia tedesca.

Brueckner sta scontando una pena di sette anni di carcere per uno stupro commesso nel 2005. Ha conosciuto Nuray in un bar quando lavorava come meccanico. Lei in quel bar lavorava: si fece affascinare dai suoi racconti esotici sui viaggi in Europa e hanno iniziato una relazione fino ad affittare un appartamento e un chiosco 40 miglia a est di Hannover.

La relazione è peggiorata dopo la convivenza: Brueckner era diventato aggressivo, ha iniziato a bere pesantemente e a spacciare cannabis, ha raccontato Nuray. «Ha cominciato a interessarsi a giovani ragazze, studentesse, che venivano al chiosco prima di andare a scuola. Questo non mi piaceva. Ha anche iniziato a frequentare club di scambisti con amici e alcune giovani ragazze», ha detto la donna.

La sua testimonianza coincide con quella di Peter Erdmann, un ex custode che ha ricordato come Brueckner riempiva di giocattoli i bambini che frequentavano una scuola a soli 100 metri dal chiosco. La signora Oezgen ha detto che alla fine ha lasciato Brueckner quando è diventato evidente che aveva una relazione sessuale con un adolescente locale che avrebbe portato nel loro appartamento.  

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA