Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Hoara Borselli: «A 15 anni lavoravo in un bar e mi pagavano con un gelato. Ragazzi serve il sacrificio». È bufera

Tra le tante reazioni, anche quella del presidente dell'Emilia Romagna, Stefano Bonaccini: «Un conto è sacrificio e umiltà, che aiutano sempre, ma se la sua proposta è lavorare gratis, solo perché si è giovani, allora siamo proprio messi male. Roba da matti»

Lunedì 27 Giugno 2022
Hoara Borselli: «A 15 anni lavoravo in un bar e mi pagavano con un gelato. Ragazzi serve il sacrificio». È bufera

«A 15 anni in estate alcuni giorni lavoravo in un bar mentre i miei amici andavano al mare. Poche ore, dalle 12 alle 16. Finito il turno mi regalavano un gelato e se andava bene delle patatine. Si parte sempre dal basso ragazzi. Sacrificio e 'fame'. Credo sia ciò che manca oggi». È con questo cinguettio che Hoara Borselli (ex modella e ora opinionista nei talk) finisce nella polemica. 

Hoara Borselli e il tweet della discordia

Tra le tante reazioni, anche quella del presidente dell'Emilia Romagna, Stefano Bonaccini: «Un conto è sacrificio e umiltà, che aiutano sempre, ma se la sua proposta è lavorare gratis, solo perché si è giovani, allora siamo proprio messi male. Roba da matti»Ma Hoara replica: «Credo che la retribuzione sia un sacrosanto diritto da riconoscere a chi lavora. Ho fatto un esempio rispetto un esperienza di vita fatta a quindici anni dove avevo voglia di imparare qualcosa, senza imposizioni o sfruttamento Una piccola esperienza di vita che ricordo con gioia»

Le accuse

E se la polemica nasce su Twitter gli utenti si scatenano. Così tra tutti c'è chi ironizza, chi offende, chi sostiene e anche chi ricorda che in fonfo in fondo «Di sacrifici non ne ha fatti troppi», riferendosi al fatto che è stata la fidanzata di Walter Zenga.

Tra chi critica c'è anche il giornalista Rai Riccardo Cucchi: «Il lavoro si paga, a 15 anni o a 60, per due ore o per otto. La schiavitù è stata abolita. E anche il 'pane e acqua', o se preferisce, 'gelato e patatine'».

La difesa

Non è stata zitta a leggere la Borselli che ha deciso di eplicare ancora con un altro tweet: «Scrivere che per divertimento a 15 anni lavoravo in un piccolo bar sulla spiaggia, senza obblighi, impegno, ma solo voglia di imparare qualcosa in cambio di gelati ha sollevato clamore. Ragazzi se è per questo ho fatto pure 2 anni di radio a rimborso spese. Così vi scatenate».

Ultimo aggiornamento: 18:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA