Coronavirus, Michelle Hunziker a casa con le figlie: «Esco solo per Striscia la Notizia»

Mercoledì 11 Marzo 2020

«Come sta andando? Dico solo che alle 2 del pomeriggio sono ancora in pigiama e dopo un pò dovrei uscire per andare al lavoro e ognuno qui ha bisogno di qualcosa prima di me». Per Michelle Hunziker, raggiunta telefonicamente a casa, il ritorno dietro la scrivania del Tg satirico Striscia la notizia (da lunedì 9 marzo) in onda tutte le sere su Canale 5, è stato in un'atmosfera 'surrealè. Il governo stava per decretare zona protetta tutta l'Italia, scuole chiuse da due settimane, gli studi televisivi semivuoti, e la showgirl svizzera ha fatto fatica a ritrovare il ritmo giusto.

Coronavirus, come usare la mascherina? Il Cnr: «Attenti quando rientrate in casa»
Coronavirus, in Sicilia 83 casi, 21 più di ieri. Positivo a Sciacca al supermarket, rischia 12 anni

«Io penso però che il pubblico abbia bisogno di essere risollevato un pò, anche con qualche momento di leggerezza, ho parlato anche con Antonio - racconta riferendosi a Ricci, il patron del tg satirico - per vedere come è meglio portare avanti le prossime puntate, non ci saranno stravolgimenti». Ma di sicuro insieme a Gerry Scotti, co-conduttore del tg, «cercheremo di far sorridere, magari ricordando le tante cose che abbiamo fatto insieme in passato». Ma è soprattutto a casa che la vita di Michelle, come quella di tutte le persone in questo momento di emergenza sanitaria, è stata stravolta. Tre figlie, marito, cane, tutti rigorosamente in casa per rispettare le regole. «Prima che la situazione diventasse così pesante eravamo stati qualche giorno in campagna - spiega - ma ora seguiamo tutte le precauzioni richieste: quindi non si esce».
 

«I primi giorni è stato complicato, soprattutto per me che voglio tutto organizzato e sono molto precisa - confessa - Ma ho capito subito che era impossibile e come mi capita sempre, ho cominciato a vedere il lato positivo e ad apprezzare questa ritrovata atmosfera familiare, insomma averli tutti attorno a me, visto che sono un pò mamma chioccia, è davvero meraviglioso». Così ha cominciato a organizzarsi, prima di raggiungere Cologno Monzese nel pomeriggio, per far passare il tempo alle figlie, soprattutto le due piccoline: Celeste, che ha festeggiato i suoi 5 anni pochi giorni fa con una ristrettissima festa in famiglia, e Sole, che è in prima elementare e ha un anno di più. «Ovviamente non si esce ma per fortuna ho un terrazzo dove possono stare un pò all'aperto - racconta Michelle - Io gioco con loro, soprattutto cerco di far fare loro del movimento per quel che si può: salti con la corda, gare con i sassolini, tanti giochi che facevo anche io da bambina, poi naturalmente Sole la mattina segue le lezioni via web, incredibile quello che la scuola riesce a fare adesso». Poi c'è Aurora Ramazzotti, la primogenita, 23 anni.
 


«Anche lei sta in casa, ma si organizza da sola, è sempre stata molto responsabile e lo sta dimostrando anche in questo momento - ammette orgogliosa Michelle - e non si capacita che tanti suoi coetanei abbiano impiegato tanto a capire che dovevano comportarsi allo stesso modo». Con ottimismo la showgirl è convinta comunque che questa esperienza 'traumaticà sarà superata e servirà anche a ripartire dando più valore alle cose che contano. «Una delle cose che mi mancano è il contatto proprio fisico con gli altri, io sono una che bacia e abbraccia tutti - ha concluso - ma sono certa che presto torneremo a farlo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci