Volontariato sul palco con IoSiamo di Tiziana Di Masi

Venerdì 8 Ottobre 2021

TEATRO
«In un mondo che si è sintonizzato sull'odio e sull'invidia sociale, è ora di cambiare canale. Perché i veri rivoluzionari di questo paese sono coloro che agiscono per il bene comune e per il prossimo, superando l'io per il noi. L'amore non è mai inutile». Tiziana Di Masi introduce con queste parole a IoSiamo, primo spettacolo di teatro dedicato al volontariato e alle storie dei volontari che stanno cambiando l'Italia, in scena a Mira per una replica speciale nel progetto Troviamoci curato dalle associazioni territoriali Anffas, Avid-Fiorellini, Peter Pan e Il Castello (ingresso libero su prenotazione tel. 0415631002).
LO SPETTACOLO
Lo spettacolo di Tiziana Di Masi scritto con il giornalista Andrea Guolo - torna in scena dopo 50 repliche e dopo essere diventato anche un libro, edito da San Paolo. Raccogliendo da nord a sud le testimonianze dei volontari impegnati su vari fronti, dalla lotta alla povertà alla tutela dei più deboli e della diversità, fino alla difesa dell'ambiente, Di Masi racconta «l'unica svolta possibile per creare un vero valore, superando la logica dell'autoaffermazione per dare qualcosa agli altri. Sono gesti essenziali per la società, ma anche per coloro che li compiono». Tiziana Di Masi porta in scena storie come quella di Norina Ventre ovvero Mamma Africa, che dà da mangiare agli immigrati esattamente come trent'anni fa sfamava i braccianti calabresi. Come quelle degli attivisti della Terra dei fuochi, mamme che hanno perso i figli divorati dal cancro e ora sostengono altre mamme, nella loro stessa situazione.
IL MESSAGGIO
Come quella di Mario, emiliano, che aiutando i disabili ha fatto del bene ad altri e soprattutto a se stesso, superando la depressione che lo aveva colpito. Come quella di Alessio, che fa il clown nelle corsie di ospedale in Toscana per regalare un sorriso a chi non ne avrebbe motivo. Come per ogni replica, anche nella data di Mira IoSiamo si concluderà con una storia dedicata a un volontario e al volontariato della città in cui viene rappresentato.
In questo caso Tiziana Di Masi racconterà la storia di un volontario dell'Anffas Riviera del Brenta, associazione costituita da famiglie e persone con disabilità intellettiva e disturbi del neurosviluppo che opera su un vasto territorio. La storia a km zero è il valore aggiunto dello spettacolo, puntando a coinvolgere il territorio e a motivare gli spettatori verso l'impegno, aderendo a realtà che operano nel loro stesso quartiere o paese e delle quali, probabilmente, non erano a conoscenza.
Giambattista Marchetto
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA