TEATRO
Con la nuova tappa del percorso che da tempo lo vede impegnato attorno

Venerdì 11 Gennaio 2019
TEATRO
Con la nuova tappa del percorso che da tempo lo vede impegnato attorno all'universo Molière, Paolo Rossi insieme a un nutrito gruppo di attori e musicisti mercoledì 16 gennaio arriva a Padova per animare e divertire il pubblico del Teatro Verdi. Il re anarchico e i fuorilegge di Versailles è una rappresentazione borderline, in bilico tra realtà, finzione, testo, canovaccio e improvvisazione dove non sempre è del tutto chiaro se chi si trova sul palco in quel momento è l'attore, il personaggio o la persona.Come nelle puntate precedenti lo sfondo della narrazione è ancora una volta Versailles, le parole e gli intrecci di impronta molièriana si incrociano sempre con le visioni del tempo presente, la storia rimane la stessa, ovvero quella del conflitto tra la libertà e il potere, tra il teatro e la vita. Lessico familiare irriverente e buffo, ironico e cialtronesco. Anche la musica è parte integrante della narrazione: un ensemble di musicisti affianca gli attori e la musica inframmezza momenti narrativi slegati tra loro. Regia Paolo Rossi, luci Elena Vastano, fonica Carlo Ferrara, musiche suonate dal vivo da Emanuele Dell'Aquila e Alex Orciari, collaborazione all'allestimento Lucia Rho con Paolo Rossi, Renato Avallone, Marianna Folli, Marco Ripoldi, Chiara Tomei e con Francesca Astrei e Caterina Gabanella produzione TieffeTeatro Milano.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
© RIPRODUZIONE RISERVATA