Morta sul lungomare Sequestrato il camion della nettezza urbana

Giovedì 7 Ottobre 2021
Morta sul lungomare Sequestrato il camion della nettezza urbana

CAORLE
Schiacciata dal camion della nettezza urbana sul lungomare Trieste. È al momento l'unico elemento raccolto dagli investigatori che stanno lavorando per fare piena chiarezza sulla morte di Bernardetta Gallo, la 67enne di Caorle trovata morta martedì mattina. I carabinieri stanno lavorando su disposizione della Procura di Pordenone per chiarire se la donna fosse deceduta prima o dopo essere travolta dal camion che stava manovrando in prossimità dell'Hotel Doriana che si affaccia sulla spiaggia di levante.
ALLARME DELL'ASVO
A lanciare l'allarme verso le 6.45 è stata una seconda squadra dell'Asvo impegnata nella raccolta della nettezza urbana. Quando infatti i netturbini sono arrivati in prossimità dell'hotel, hanno visto quel corpo inerme a terra scambiandolo, nell'oscurità del momento, per un manichino. Solo avvicinandosi hanno compreso che era un corpo umano. A terra, stesa sull'asfalto, c'era la 67enne inerme. Subito il personale dell'Asvo ha allertato i soccorsi. Sul posto i sanitari del Suem non hanno potuto far altro che diagnosticare il decesso della donna. I carabinieri di Caorle, diretti dal maresciallo Francesco Lambiase, hanno avviato le prime indagini dopo aver compreso che la sfortunata donna era rimasta schiacciata. Il pm Andrea Del Missier ha chiesto al medico legale Antonello Cirnelli di accertare le cause della morte. Attraverso l'esame istologico il professionista ha appurato lo schiacciamento della testa e del braccio sinistro di Bernardetta Gallo. Chi e in che modo ha schiacciato la donna lo stanno ora accertando i carabinieri del Nucleo operativo di Portogruaro con i colleghi dell'Investigativo di Mestre e del Ris di Parma.
CAMION SOTTO SEQUESTRO
Ieri il gruppo di investigatori ha lavorato per gran parte della giornata nel deposito giudiziario Vaccaro di Ottava Presa passando a setaccio il camion compattatore dell' Asvo che è stato sequestrato. I carabinieri vogliono capire come la donna sia finita sotto il mezzo pesante. Non solo. Perchè il magistrato punta sull'ora del decesso. Non è escluso infatti che la donna, che tutte le mattine usciva per fare jogging, sia stata colta da malore accasciandosi a terra e che solo in un secondo momento il camion l'abbia schiacciata. Per questo i carabinieri stanno visionando le telecamere della zona, nella speranza che possano aver filmato la tragica scena. In caso contrario sarà disposta l'autopsia.
Il corpo è stato trasferito in cimitero a Caorle a disposizione della Magistratura. Bernardetta Gallo lascia nel dolore il marito e un figlio.
Marco Corazza
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA