Medioriente, migranti e terrorismo al Premio Papa

Giovedì 18 Luglio 2019
IL FESTIVAL
I nuovi scenari geopolitici nei Paesi che si affacciano sul Mediterraneo e che coinvolgono l'intera Europa sono stati al centro del dibattito, ieri sera, al Premio Papa di Carole. In piazza Vescovado si sono accesi i riflettori sulle tante vittime innocenti che giornalmente muoiono nello specchio d'acqua che separa l'Italia con il continente africano. Uomini, donne e bambini che inconsapevolmente alimentano il dibattito politico. Una fotografia, quella presentata da Mounir Ghribi della cooperazione internazionale Ogs, che ha trovato concorde Valentina Bach, segretario generale United World College of Adriatic, intervenuta al festival dedicato ad Hemingway insieme allo scrittore siriano Tareq Aljabr, con il quale si è parlato anche di Siria e Medioriente. Chiara Basso Milanesi ha invece presentato il suo ultimo libro Viaggio in terra compromessa. Le sue fotografie sono la testimonianza dell'eterna contrapposizione tra Israele e Palestina. In prima serata protagonista anche Oscar De Pellegrin con il suo libro Ho fatto centro che tratta la storia di un uomo che nonostante le difficoltà della vita non si è fermato, anzi ha raggiunto numerosi record nazionali ed internazionali, fino a diventare Campione Paralimpico.
Particolarmente toccante è stato poi l'incontro con la monaca buddhista tibetana Ani Malvina Savio che, dialogando con Flavia D'Agostino, responsabile della cultura della Città di Caorle, ha affrontato i temi della felicità e i risultati della sua ricerca su come raggiungerla. Strade che non implicano per forza la scelta di una sola religione, ma hanno alla base un preciso stile di vita.
OGGI SUL PALCO
Oggi in piazza Vescovado, alle 22, si parlerà del Medioriente, zona segnata da rivoluzioni, guerre e terrorismo. Sulle difficili ed emergenti situazioni in questi paesi si confronteranno il portavoce di Unicef Italia Andrea Iacomini, che parlerà dei bambini migranti e di quelli che trovano la morte in mare, Stefania Rossi, moglie di una vittima del terrorismo, Nader Akkad, imam del dialogo interreligioso, lo scrittore Antonello Sacchetti e Damiano Pizzol, che giungerà a Caorle da Gerusalemme, dove è funzionario all'Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo, moderati dal giornalista Paolo Brinis. L'incontro è preceduto, alle 21, dalla presenza di Mattia Signorini che presenterà il suo ultimo libro Stelle Minori, dialogando con la scienziata Silvia Marchesan e moderati da Roberto Vitale, presidente del Premio Papa.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
© RIPRODUZIONE RISERVATA