Lunar City, l'affascinante volo nello spazio con gli eroi del cielo

Lunedì 17 Febbraio 2020

AL CINEMA
In occasione dei cinquant'anni del primo sbarco sulla Luna, esce al cinema Lunar City diretto da Alessandra Bonavina. È un film-documentario che celebra l'anniversario del mitico viaggio spaziale e della prima impronta sulla superficie lunare lasciata da Neil Armstrong il 20 luglio 1969.
Da quel momento in poi la tecnologia ha fatto passi da gigante, superando confini e sfide e raggiungendo grandi traguardi, tra cui nuove scoperte. Dando uno sguardo al passato e al presente, il docu-film guarda al futuro, nel quale l'uomo sembra predestinato a far ritorno sul satellite, questa volta con una nuova missione. L'intento è quello di costruire una stazione spaziale che permetta agli astronauti di raggiungere il nostro satellite e da lì esplorare lo spazio interplanetario, così da cambiare l'odierna visione del mondo.
Già presentato alla Festa del cinema di Roma lo scorso autunno, il documentario sarà proiettato come evento nelle sale cinematografiche di tutta Italia oggi, domani e mercoledì. Il progetto è stato prodotto da Asi, l'Agenzia Spaziale Italiana e da Next One Film Group in collaborazione con Inaf, l'Istituto Nazionale di Astrofisica e con Esa, l'European Space Agency. Attraverso interviste alle figure chiave impegnate nelle prossime missioni lunari, sarà spiegato come, in un futuro non così lontano con una stazione spaziale, gli astronauti potranno partire dal pianeta Terra con una normale capsula Orion, attraccare dopo qualche giorno al Gateway e poi far rotta verso lo spazio interplanetario a bordo del Transport. Il tutto partendo dalle più importanti imprese spaziali che hanno avuto per protagonisti anche importanti astronauti italiani da Paolo Nespoli fino ad arrivare a Luca Parmitano.
LA REGISTA
L'artefice e regista dell'affascinante viaggio è Alessandra Bonavina, romana, 47 anni, con un'esperienza di vent'anni nella creazione di documentari per Rai Cinema. È toccato a lei inseguire gli astronauti italiani nelle loro missioni per poi documentarle in un film. Ha raccolto talmente tanto materiale che oltre alla pellicola in uscita oggi nelle sale cinematografiche ha curato anche la mostra Lunar City - Vivi l'esperienza allestita fino al 3 maggio al museo M9 di Mestre.
«Per anni ho fatto viaggi da una parte all'altra del mondo, seguendo addestramenti e prove degli astronauti italiani da sintetizzare poi in un film - racconta Bonavina - alla fine ho raccolto davvero tanto materiale originale e esclusivo, si tratta di materiale della Nasa e dei più importanti centri scientifici». Durante tutto il film i protagonisti delle esplorazioni spaziali raccontano pezzi della composita realtà della Nasa, che per decenni ha continuato con altissima specializzazione a lavorare sul Gateway System.
È un percorso guidato dai volti simbolo del programma, come Jim Bridenstine amministratore della Nasa, Mark Malqueen, il project manager della stazione spaziale e per L'Italia, che sta curando la realizzazione di alcuni componenti chiave della stazione orbitante, fra gli altri, il presidente dell'Asi Giorgio Saccoccia. Ecco che per più di un'ora, tanto dura il film, è possibile lasciarsi trascinare e travolgere dalle avventure magiche tra i cieli e le galassie alla scoperta di orizzonti sconosciuti.
Raffaella Ianuale
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA