La solitudine di Omran, l'immigrazione tocca tutti

Venerdì 7 Settembre 2018

DOLO
Oggi, venerdì, alle 21, a Dolo, si terrà la presentazione del libro-fumetto La Solitudine di Omran': interverranno gli autori Vincenzo Passerini, presidente del Cnca Trentino Alto Adige, e Giorgio Romagnoni, assistente legale al Centro Astalli di Trento. L'evento rientra fra le iniziative della festa annuale dell'associazione Il Portico di via Brentabassa. Il volume è stato definito Un manifesto contro l'ingiustizia. Passerini saggista e animatore di diverse iniziative culturali e sociali (ha guidato il Centro di accoglienza fondato da don Dante Clauser, il prete dei poveri') denuncia il quasi totale silenzio sul fenomeno dell'immigrazione, inteso come cambiamento epocale. In realtà si tratta di una rivoluzione' che spacca in due la società e che non ha un centro, né una periferia: coinvolge l'intero pianeta. Da parte sua Armando Zappolini in prefazione ha scritto: C'è tutta la solitudine delle vittime nell'immagine di Omran Daqneesh, il bimbo di 5 anni salvato da un bombardamento ad Aleppo. È la solitudine del più indifeso degli esseri umani, il bambino, di fronte a qualcosa che può solo subire e non capire. L'immagine suscita potenti emozioni, come quella del piccolo Aylan, trovato morto su una spiaggia della Turchia.
L.Per.

© RIPRODUZIONE RISERVATA