Lunedì 16 Settembre 2019, 00:00

La festa del baccalà nel nome di Pigafetta

La festa  del baccalà  nel nome  di Pigafetta
LA TRADIZIONEQuanto in trent'anni Sandrigo sia diventata capitale del baccalà alla vicentina lo testimoniano le dimensioni della festa, che si apre domani e durerà fino al 6 ottobre: 45mila presenze nel 2018, 22mila porzioni di baccalà servite (più altrettante di diverse specialità, dai bigoli alla zuppa norvegese) e 30 cuochi al lavoro solo per la serata del gran galà di domani, per la quale sono attese 800 persone. E pensare che trent'anni fa, testimonia Antonio Chemello, titolare di Palmerino a Sandrigo, nel suo locale si preparava un...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
La festa del baccalà nel nome di Pigafetta
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER