Lunedì 16 Settembre 2019, 00:00

L'INTERVISTA
«Ci vuole una tua resistenza personale alla morte. O trovi

L'INTERVISTA«Ci vuole una tua resistenza personale alla morte. O trovi l'energia per ripartire con un altro ciclo o ti domandi: vale la pena di fare tanta fatica? La poesia, la canzone, la scrittura sono quelle che mi hanno sorretto. Dopo la malattia ho capito che non puoi correre, nemmeno i 10 metri puoi fare. Ci ho messo più di quattro anni per rialzarmi, quasi. Oggi ho bisogno di chi mi aiuta, ma comincio di nuovo ad andare in giro, ho ripreso i concerti».Gianni Secco, bellunese, 73 anni, è uno dei più famosi interpreti della musica e...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
L'INTERVISTA
«Ci vuole una tua resistenza personale alla morte. O trovi
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER