«Deposito di gpl È già tutto deciso»

Domenica 27 Settembre 2015
CHIOGGIA - «Ma quale fulmine a ciel sereno. Le amministrazioni comunale e regionale erano al corrente, sin dall'inizio, del fatto che, a Punta dei Colombi (area appartenente all'azienda del porto Aspo), sarebbe stato realizzato il contestatissimo impianto per lo stoccaggio del gas Gpl». Lo afferma il consigliere Beniamino Boscolo. Rammenta per l'occasione che il 16 luglio dello scorso anno i rappresentanti del Comune avevano partecipato ad una specifica conferenza di servizi centrata sulla questione. Aveva avuto corso pure la valutazione dell'impatto ambientale. Quando detto da Boscolo troverebbe conferma dal Bollettino ufficiale della Regione n. 63. Dalla data di pubblicazione, l'Amministrazione cittadina avrebbe avuto a disposizione ben 45 giorni per muovere eccezioni ed eventualmente opporsi efficacemente all'opera. «Peccato che nessuno abbia mosso un dito. Anche in questo caso - commenta il consigliere del Pdl Beniamino Boscolo - tutti si stupiscono d'essere venuti a conoscenza della situazione praticamente, ormai, fuori tempo massimo. Consiglieri e giunta parlano di azioni legali, ricorsi e così via anche se molti di loro, a mio avviso, ben sanno che la Socogas è in possesso di tutti i permessi necessari e che un eventuale imposizione del blocco ai lavori fornirebbe ad essa ottimi pretesti per poter far causa al Comune ed uscirne vincitrice». Ad ogni modo, la realizzazione dell'impianto del Gpl segnerà irrimediabilmente la perdita della disponibilità di una vasta superficie che, per lunghi anni, era stata indicata quale sede ideale del nuovo mercato ittico all'ingrosso. (R.Per.)

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmemedia.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci