Addio ad Antonio Diano bibliotecario a Ca' Foscari

Venerdì 22 Novembre 2019
UNIVERSITÀ
MESTRE È morto Antonio Diano, bibliotecario del Dipartimento di Storia delle arti e redattore della rivista dipartimentale Venezia Arti. Diano, 64 anni, si è sentito male in casa, ha fatto appena in tempo a chiamare il 118, ma quando l'ambulanza è arrivata in via Toti 7, dove abitava, non c'era più nulla da fare. Esperto di arte medievale e cultore di studi religiosi, Antonio Diano aveva frequentato il liceo Franchetti e poi era stato assunto come bibliotecario a Ca' Foscari, dove svolgeva attività di ricerca in ambito storico-artistico con specifica attenzione all'area medievale veneta. Dal giugno 2007 era responsabile della Biblioteca del Centro interuniversitario di studi veneti e coordinava un progetto - condiviso con enti scientifici e culturali esterni all'ateneo - di valorizzazione della pubblicistica triveneta. Antonio Diano era conosciuto a Mestre anche per la sua vicinanza alla dottrina di Marcel Lefebvre. Cattolico tradizionalista, ogni domenica si recava a Paese, dove assisteva alle messe in latino celebrate dai sacerdoti che si richiamano a Lefebvre. E infatti sarà don Florian della Maison Lefebvre a celebrare il 30 novembre le esequie di Antonio Diano, conosciuto dagli amici del liceo come Tano, una volta risolti i problemi burocratici derivanti dal fatto che era rimasto solo al mondo.
© RIPRODUZIONE RISERVATA