Abusò del nipote: nonno in cella

Venerdì 6 Dicembre 2019
MIRANO
Durante una vacanza aveva abusato del nipote, allora 16enne, e di un amico. A distanza di dieci anni dai fatti, è arrivata la condanna definitiva: lui, 79enne di Mirano, dovrà scontare una pena a cinque anni di carcere.
I fatti risalgono nel 2009. L'uomo, che allora aveva 69 anni, era andato per una breve vacanza nei dintorni di Roma, dove risiede il figlio. Qui, con lui, c'era appunto anche suo figlio, il nipote dell'anziano miranese, un ragazzino di 16 anni. È in questo contesto che sarebbero maturati degli abusi a sfondo sessuale da parte del nonno. Il 79enne, secondo le accuse, avrebbe rivolto le sue attenzioni al nipote, appunto, ma anche a un suo amico, che all'epoca dei fatti aveva appena 13 anni. Dopo un po' di tempo, quanto accaduto in quei giorni, sarebbe emerso e lo stesso padre del ragazzo avrebbe contattato le forze dell'ordine per denunciare il padre. A quel punto, i carabinieri di Tivoli, avevano iniziato le indagini che avevano portato appunto a stringere il cerchio attorno al 79enne miranese. Dopo i vari passaggi giudiziari, dal primo grado alla Cassazione, nei giorni scorsi, la sentenza di condanna è diventata definitiva. A distanza di dieci anni dai fatti, quindi, il verdetto dice che l'uomo dovrà scontare i prossimi cinque anni in prigione.
Ricevuto l'ordine di carcerazione, quindi, è toccato ai carabinieri della stazione di Mirano eseguirlo. L'uomo è stato quindi accompagnato alla casa circondariale di Santa Maria Maggiore a Venezia. Data l'età e lo stato di salute precario, verrà valutato in seguito se le sue condizioni siano compatibili con un regime di detenzione carceraria.
D.Tam.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
© RIPRODUZIONE RISERVATA