Furti, quindici chilometri di paura

Martedì 16 Novembre 2021
Furti, quindici chilometri di paura

IL CASO
Quindici chilometri di paura e almeno cinquantamila persone loro malgrado coinvolte. Sono i numeri che raccontano la zona in cui i ladri stanno imperversando in questi giorni, con tutta una coda di rabbia da parte di chi ha subito i furti e paura per chi soltanto casualmente è stato sfiorato ma teme che il ripetersi degli assalti possa toccare anche la propria casa.
LE ZONE
L'allerta è partita nei giorni scorsi da San Sisto, dove ormai da qualche settimana diversi residenti segnalano furti nelle abitazioni, alcune delle quale poste anche al terzo piano dei condomini e tra metà pomeriggio e l'ora di cena. Prima insomma che i proprietari tornassero nelle loro abitazioni. La cattura di due dei tre banditi travestiti da operai segnalati da un residente a un vicino dentro la sua abitazione,. con tanto di inseguimento da parte della vittima del furto e cattura da parte della polizia, ha probabilmente per qualche giorno allentato la pressione sul quartiere. Ma la problematica si è purtroppo velocemente ripresentata.
Storia di domenica pomeriggio, con i ladri in azione nella zona di via Mascagni. Secondo quanto segnalato dai residenti, sarebbero stati almeno tre gli appartamenti passati in rassegna dai banditi entrati in azione a metà pomeriggio quando cioè il sole era già tramontato e hanno così avuto tutto il tempo di colpire approfittando evidentemente anche del fatto che i proprietari erano fuori a passare qualche ora di relax domenicale. Relax ovviamente rovinato al loro rientro, quando si sono resi conto di essere appena stati visitati dai ladri. L'allarme è scattato anche attraverso i social network, con vari residenti e abitanti della zona che hanno messo in guardia altri residenti richiamando alla massima attenzione. «È una situazione insostenibile» il commento di uno degli utenti proprio a segnalare come la problematica sia attuale nonostante gli arresti recenti da parte della polizia.
San Sisto dunque ma non solo. Dal momento che qualche ora prima di domenica, e cioè nel pomeriggio/sera di sabato, i ladri avevano colpito qualche chilometro più a sud nella zona cioè di Castel del Piano e Pila.
Ma non finisce qui, dal momento che ladri in azione sono stati segnalati ieri pomeriggio anche a Lacugnano, in un condominio vicino a una scuola. E c'è inoltre l'allarme scattato anche in questo caso già da diversi giorni nella zona confinante del comune di Corciano. Anzitutto nel quartiere di San Mariano, ma anche a Ellera e fino alla zona che conduce a Corciano,
Complessivamente, come detto, una linea di circa quindici-venti chilometri che si snoda nelle vicinanze di alcune importanti vie di comunicazione come il Raccordo e la Pievaiola: strade che possono inevitabilmente fornire un'importante via di fuga per i banditi, dal momento che possono facilmente allontanarsi dalle zone colpite.
Insomma, almeno cinquantamila persone in questo momento con l'incubo dei furti. Le denunce raccolte dalle forze dell'ordine e anche le segnalazioni sui social network fanno sperare che l'attenzione da parte dei cittadini e delle forze dell'ordine continui a restare altissima per quella che è una problematica di questo momento dell'anno.
Michele Milletti

© RIPRODUZIONE RISERVATA