Lunedì 17 Giugno 2019, 00:00

Ultramaratoneta investito da un'auto pirata

L'INVESTIMENTOPORDENONE «Sono vivo per miracolo. Solo grazie alla mia preparazione sportiva e alla mia capacità di reagire rapidamente ho evitato un impatto frontale con quell'auto pirata. Altrimenti non sarei qui a parlarne. Ho la faccia pestata, naso e mano fratturati, trauma cranico e botte in tutto il corpo». Max Calderan, esploratore desertico estremo, racconta la sua disavventura al telefono, mentre, seduto sul divano con figlio e moglie, sta guardando un film in tv, «cosa che non facevo da sette anni». Pordenonese, ma udinese di...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Ultramaratoneta investito da un'auto pirata
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER