TRASPORTI
UDINE Telecamere e contapasseggeri su tutti i bus e le corriere. Ma

Venerdì 13 Dicembre 2019
TRASPORTI
UDINE Telecamere e contapasseggeri su tutti i bus e le corriere. Ma anche un unico biglietto per spostarsi in tutto il Friuli, nuovi abbonamenti a raggio e non più solo da città a città. E, soprattutto, tanti chilometri in più e nuove corse. A Udine prevista una nuova linea fra San Gottardo e l'ospedale, grazie alla dote di 338mila chilometri in più per gli autobus urbani. Sono solo alcune delle novità illustrate dall'assessore regionale Graziano Pizzimenti agli amministratori di Udine e dell'hinterland, durante la maratona dei 14 incontri sul territorio per illustrare la rivoluzione che si profila per il trasporto su gomma, dopo la firma del contratto aggiudicato a Tpl Fvg.
CORSE
Dei 3 milioni di chilometri in più spalmati su tutta la regione, la dote per i bus urbani udinesi sarà di 338mila chilometri annui aggiuntivi, che in parte serviranno a migliorare i collegamenti intermodali (98mila chilometri). Ma nascerà anche una nuova linea San Gottardo-ospedale (dalle 7.30 alle 19 ogni mezz'ora) e una nuova corsa sulle linee 4 e 5. Due bus serali in più fra la stazione e Udine nord e sud. Come richiesto anche dai comuni dell'hinterland, sarà potenziato il collegamento con Tavagnacco, Pasian di Prato e Campoformido. La linea 2 raggiungerà anche Feletto e la 3 Adegliacco e Cavalicco. In città è partita la sperimentazione delle nuove circolari per il centro. La Regione fa sapere che l'offerta illustrata agli amministratori udinesi è quella cristallizzata in sede di gara, ma che se dal territorio saranno prospettate «possibili migliorie» che dimostrano di funzionare, potranno sempre essere inserite a regime, nel corso dei dieci anni di appalto. Pizzimenti, infatti, ha chiarito che il percorso appena iniziato «consentirà di migliorare con continuità i servizi di tpl» nel decennio di affidamento. Sulla rete extraurbana, 82mila chilometri all'anno in più sulla linea Maniago-Sequals-Spilimbergo-Udine (con più corse soprattutto al pomeriggio nel periodo scolastico), 65mila per la Grado-Cervignano-Udine, 55mila 700 sulla Udine-San Daniele, 48mila 500 sulla Tolmezzo-Udine e 20mila 200 sulla linea che unisce il capoluogo a Tricesimo e Tarcento. Potenziato anche il collegamento con l'aeroporto fino a 13 coppie di corse nei giorni feriali.
SICUREZZA
«Tutti i bus, urbani ed extraurbani, saranno dotati di telecamere, finora presenti solo sugli ultimi mezzi. La vigilanza a bordo proseguirà e sarà incrementata».Poi «tutti i mezzi pubblici saranno anche dotati di contapasseggeri, per monitorare dinamicamente la situazione e capire così quali sono le linee più attrattive e dove conviene veicolare gli investimenti. Finora i dati non erano disponibili con questa articolazione e frequenza: in futuro sapremo in ogni momento quanti passeggeri sono saliti e scesi, dove, in che giorno e a che ora», spiegano in assessorato.
BIGLIETTI
La maggiore novità, evidenziata da Pizzimenti, è che sarà possibile «raggiungere con un unico biglietto le diverse località del Fvg servite dagli autobus». Come chiariscono in assessorato, «per esempio, se devo andare da Udine a Tramonti di Sopra, potrò farlo con un biglietto solo, mentre prima avrei dovuto acquistare più titoli di viaggio. E a Udine potrò comprare un ticket da poter utilizzare sull'urbano di Trieste. Stiamo lavorando perché a maggio sia tutto pronto per il passaggio al biglietto unico». Come ribadisce l'assessore, il prossimo passaggio, poi, sarà l'integrazione con il sistema ferroviario. I biglietti per bus e corriere si potranno fare in un clic dal telefonino, grazie ad una app, che fornirà anche informazioni. Nuove formule di abbonamento integreranno quelle attuali. Debuttano le tessere a raggio, che con 55 euro al mese consentiranno di spostrsi entro 14 chilometri da Udine, dagli altri capoluoghi e da Monfalcone. Con 34 euro al mese si potranno usare tutti i bus urbani del Fvg, con 80 si potrà viaggiare su tutti i mezzi urbani ed extraurbani (fino a 50 chilometri), con 100 euro oltre i 50 chilometri. Con 3 euro si potrà comprare il giornaliero per salire su qualunque bus urbano del Fvg. La Regione punta molto sulla comunicazione. «Quasi 5 milioni di euro - spiega Pizzimenti - di investimenti (su tutto il Fvg) riguarderanno il sistema delle informazioni ai viaggiatori». A Udine previste «40 paline a messaggio variabile» alle fermate dei bus che diranno in tempo reale quali mezzi sono in arrivo e quando. Ma, come spiegano in assessorato, grazie a questi investimenti, in città debutteranno anche dei monitor dinamici che, in stazione ferroviaria, diranno ai viaggiatori quali coincidenze ci sono con le corriere e i bus. Lo stesso in autostazione per i treni.
Camilla De Mori
© RIPRODUZIONE RISERVATA
© RIPRODUZIONE RISERVATA