Friuli Storia, entro gennaio le candidature per i giurati

Giovedì 21 Novembre 2019
L'INIZIATIVA
UDINE La passione per la conoscenza della storia è in crescendo in Friuli Venezia Giulia, merito anche del prestigioso premio «Friuli Storia», promosso dall'omonima associazione con il sostegno di numerose realtà pubbliche e private, che è giunto alla 7ª edizione e per il quale c'è tempo fino al 31 gennaio per presentare la candidatura (il modulo su www.friulistoria.it) per far parte dei 300 giurati popolari che indicano la terzina finalista. Il Premio Friuli Storia è l'unico riconoscimento per la storia contemporanea in Italia ad affidare interamente la scelta del vincitore a una giuria di lettori, e dal 2014 a oggi ha dato la possibilità a centinaia di persone di leggere il meglio della produzione storiografica italiana. In parallelo, in questi anni è cresciuto il premio Fondazione Friuli Scuole, giunto alla 3ª edizione e organizzato in collaborazione tra Fondazione Friuli e l'associazione Friuli Storia. È rivolto agli studenti delle scuole superiori delle province di Udine e Pordenone. L'obiettivo, come nelle precedenti edizioni, è di comunicare ai ragazzi il gusto per il passato, ma nuove sono le forme. Per l'edizione in corso, che prevede la consegna dei lavori entro il 10 maggio all'indirizzo segreteria@friulistoria.it, due sono infatti i riconoscimenti che saranno assegnati.
I RICONOSCIMENTI
Il primo è di 500 euro, per un per un elaborato di ricerca storica, compreso tra 15.000 e 30.000 battute, al netto di note, bibliografia ed eventuali documenti allegati. Il secondo, sempre di 500 euro, per un lavoro artistico che abbia come tema la storia del XX secolo o la sua memoria. A questo secondo riconoscimento si potrà partecipare con una foto, un servizio fotografico (un portfolio di massimo 15 immagini), un video (di massimo 15 minuti) o un altro prodotto artistico o multimediale. Sono ammessi sia lavori dedicati a specifici argomenti di storia, sia lavori dedicati più in generale al significato del passato e della storia o alle connessioni tra il passato e il presente. La giuria concluderà i lavori entro fine agosto e la premiazione si terrà a ottobre 2020 a Udine, contestualmente alla cerimonia per premiare il vincitore del premio nazionale Friuli Storia. Della terzina 2019 del premio nazionale di Storia contemporanea facevano parte Raoul Pupo con «Fiume città di passione», Francesco Benigno con «Terrore e terrorismo» e Michele Colucci con «Storia dell'immigrazione straniera in Italia». Per studenti e giovani in genere, partecipare alla giuria dei lettori è stata, e può esserlo ancora, l'occasione per avvicinarsi per la prima volta alla lettura di saggi storici.
LA SELEZIONE
Così è nata l'idea di affidare la selezione del vincitore a dei soggetti che non sono lettori abituali, facendo provare loro in prima persona il fascino e il gusto della lettura. La terzina dei finalisti indicata dai 300 lettori giurati sarà poi selezionata dalla giuria scientifica, presieduta da Tommaso Piffer e composta da Elena Aga Rossi, Roberto Chiarini, Ernesto Galli della Loggia, Paolo Pezzino, Silvio Pons e Andrea Zannini. I lettori della giuria riceveranno i volumi entro fine maggio, e avranno tempo fino a fine agosto per leggere i tre libri e votare il vincitore.
A.L.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
© RIPRODUZIONE RISERVATA