Buoni spesa a chi ricicla la plastica e il tetrapak

Giovedì 9 Settembre 2021
Buoni spesa a chi ricicla la plastica e il tetrapak

AMBIENTE
UDINE Il riciclo dei rifiuti fa bene all'ambiente e pure alle tasche. Per recuperare la plastica ora c'è una modalità in più: ieri a Udine è stato inaugurato il primo eco-compattatore in città, frutto di un'iniziativa congiunta tra Net, Comune, Fantambiente, Conad e Lci (azienda attiva nel settore del recupero della carta) per promuovere la raccolta selettiva dei cartoni per bevande e alimenti in poliaccoppiato (tetrapak) e degli imballaggi in plastica.
DOVE E COME
Il macchinario è stato installato nella piazzola ecologica di via Stiria e sarà fruibile da tutti gli utenti Tari registrati a Udine, dal lunedì al sabato dalle 8 alle 18 e domenica dalle 8 alle 15. Il funzionamento è semplice: basta inserire i contenitori nelle apposite aperture (a sinistra il tetrapak e a destra le bottiglie e i flaconi di plastica fino a 2,5 litri, cui va tolto il tappo da inserire in una terza apposita apertura) e il macchinario poi le comprime. Ogni 10 contenitori conferiti verrà emesso un buono sconto di 1 euro spendibile alla Conad di Martignacco.
PRIMO PASSO
La volontà del Comune è di installare altri eco-compattatori per sensibilizzare in modo particolare i giovani: «Dopo l'introduzione del casa per casa ha spiegato il sindaco Pietro Fontanini - con cui Udine ha fatto un salto di qualità nella differenziazione dei rifiuti, ora facciamo un altro passo avanti, con un modo di riciclare che al beneficio indiretto della riduzione dei costi dovuto al miglioramento del conferimento, aggiunge la possibilità di avere un piccolo rimborso; è anche un modo per ridurre l'abbandono dei rifiuti in città. L'obiettivo, oltre alla finalità ambientale, è anche culturale: educare le persone a imparare l'importanza della differenziata: la nostra intenzione è di posizionarne altri agli ingressi degli istituti scolastici e nei luoghi che frequentano».
DA TRE A NOVANTA
Per la Net, si tratta del terzo eco-compattatore installato sul territorio: «Stiamo gradualmente estendendo il nostro progetto sperimentale ha detto il presidente della partecipata, Mario Raggi - Abbiamo già presentato alla Regione la richiesta per 90 eco-compattatori (il costo è di circa 10mila euro l'uno, ndr) da distribuire tra i 57 Comuni che serviamo perché molti sindaci, come quello di Udine, sono sensibili al tema. Macchinari simili sono già presenti a Cividale e a Palazzolo dello Stella e sta andando molto bene. Sono aree in cui testiamo quanto il cittadino ha interesse a fare questo tipo di conferimento; stiamo vivendo un passaggio culturale che portiamo avanti gradualmente tramite la divisione Net Educational per diffondere l'importanza del tema ambientale».
Dal canto suo, Antonio Facca di Spazio Conad ha confermato il gradimento dell'iniziativa che la catena di supermercati sostiene: «Ad Aviano, con un macchinario simile, cambiamo due sacchi al giorno di plastica e recuperiamo tra i 400 e i 500 buoni al mese; c'è poi gente che viene a conferire senza nemmeno prendere il buono. All'inizio era vissuto con poco interesse, ora ci sono persone che arrivano con i sacchi».
All'inaugurazione era presente anche l'assessore comunale all'ambiente, Silvana Olivotto: «È una bellissima iniziativa ha commentato - che parte dal basso e aiuta l'ambiente, aumentando il riciclo e la differenziata».
LAVORI IN VIA BAVIERA
Nell'occasione, il sindaco e il vicesindaco Loris Michelini hanno anche effettuato un sopralluogo nella vicina via Baviera: «Stanno partendo i lavori di asfaltatura ha illustrato Michelini -, mentre nell'area dello scalo (di proprietà comunale, ma in concessione al Cosef, l'ex Ziu, e utilizzata in particolare dall'Abs, ndr) è stata abbattuta la casetta del custode che era diventata ricovero di fortuna. Il Cosef sta sistemando il verde e si occuperà di rifare l'illuminazione, potenziandola, per evitare ingressi irregolari dato che la zona confina con abitazioni. Cercheremo anche di risistemare la recinzione. Non sono interventi scontati, l'area era trascurata da anni».
Alessia Pilotto
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA