Bonus vacanze, in Fvg solo l'1,2% degli alberghi ha detto sì

Mercoledì 12 Agosto 2020
Bonus vacanze, in Fvg solo l'1,2% degli alberghi ha detto sì
ECONOMIA
AMARO Covid-19: quali gli effetti, e soprattutto quali criticità ha messo in evidenza sui territori? Se ne è parlato durante un incontro che si è tenuto alla Eurotech ad Amaro, alla presenza di imprenditori, rappresentanti istituzionali e finanziari.
Secondo Marco Neopensi, ad di Riel di Tavagnacco (settore energia e telecomunicazioni) ha affermato come «Nel periodo del lockdown, le infrastrutture informatiche per il trasferimento dei dati hanno dato prova di non essere in grado di supportare l'aumento del traffico. Nell'area in special modo montana, la situazione è stata piuttosto difficile, dove la copertura del servizio sul territorio è particolarmente bassa. Parliamo di infrastrutture mancanti e sottosviluppate, dovute a carenze di investimenti da parte delle aziende private. Lo Stato sta facendo il proprio: ma i tempi sono lunghi».
Cristian Feregotto, ad di Infostar di Tarcento, azienda che si occupa di tecnologie digitali, ha avuto un incremento dell'attivit proprio a causa del Covid - «Abbiamo registrato a fine giugno un incremento di fatturato del 13,8% rispetto al primo semestre dello scorso anno» - mentre per Roberto Siagri, ad di Aurotech, «è importante rimanere ottimisti ed investire sul futuro con la digitalizzazione. In questo momento storico viviamo un sentimento di paura che è comprensibile, ma che dobbiamo rifuggire, investendo. La globalizzazione ha imposto un maggior grado di competitività, noi italiani abbiamo bisogno di coraggio e desiderio di sfidare il futuro».
Di contro, l'effetto paura ha determinato nel periodo del Covid un accumulo di risparmio pari a 90 milioni di euro, solo per Credifriuli, portando la raccolta totale a 1,6 miliardi, come sottolineato da Massimiliano Cecotto, direttore commerciale di Credifriuli.
Le ripercussioni continuano invece a essere molto pesanti per il settore horeca, come conferma Paola Schneider, presidente di Federalberghi Fvg: «Il bonus vacanze si è rivelata una scelta non condivisibile. Tenuto conto che si tratta di un credito d'imposta, se non viene prodotto reddito un credito sull'imposta che devo pagare non ha senso alcuno. I grandi alberghi patiscono molto il periodo. Solo l'1,2% degli alberghi in regione ha detto sì al bonus vacanze: il dato offre l'idea dello scarso successo dell'iniziativa. Le strutture al mare arrancano, così come in montagna. Mancano gli investimenti, manca l'entusiasmo di proporre un territorio, insieme a una programmazione seria a favore del turismo. Ognuno va per la sua strada, ma così non raccogliamo molto».
Lisa Tosolini, delle omonime distillerie di Povoletto registra il raddoppio della vendita on line, mentre il settore horeca è crollato: «Per fortuna - dice - eravamo pronti da un punto di vista delle infrastrutture informatiche, alla gestione degli ordini on line».
Anche l'home fitness ha beneficiato del Covid: «La nostra start up Akuis ha avuto un incremento notevolissimo di richieste di Sintesi (macchina completa per il fitness digitalizzata) per le abitazioni» assicura Alessandro Englaro, ad di Akuis di Tolmezzo. L'importanza dell'etica sociale e dell'educazione civica nell'affrontare un mondo ed i suoi problemi è stata auspicata da Marco Crasnich, ad di Overlog, azienda tecnologica di Buttrio.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci