Una mappa, la bussola e via a cercare le lanterne. Saranno un migliaio gli atleti,

Sabato 14 Giugno 2014

Una mappa, la bussola e via a cercare le lanterne. Saranno un migliaio gli atleti, fra venerdì 27 e domenica 29 giugno, in gara nella foresta del Cansiglio e in centro a Conegliano per partecipare all'Alpe Adria Orienteering Cup 2014. Seguendo il percorso più breve dovranno raggiungere il traguardo passando per i punti chiave (chiamati appunto lanterne) impiegando il minor tempo possibile. Gara, divisa fra Long, Relay, Sprint e Middle, organizzata dalla Orienteering Tarzo che si disputa in tre giorni nel territorio di tre province: Treviso, Belluno, Pordenone. L'appuntamento, che richiamerà atleti di 29 paesi è stata presentata nella sede del Consorzio di tutela Prosecco Doc a Treviso che sarà partener dell'evento che, oltre ad una sfida fra gli amanti di tale disciplina, vuole valorizzare e far conoscere il territorio trevigiano, fra natura e arte, e quello del Prosecco con gli immancabili brindisi. E alla presentazione con il presidente del comitato organizzatore, Mauro Tona, anche quello nazionale Fiso Mauro Gazzerro, l'assessore allo sport della Provincia Paolo Speranzon, il sindaco di Conegliano Floriano Zambon, l'assessore di Tarzo Andrea De Polo mentre a fare gli onori di casa il presidente del Consorzio Prosecco, Stefano Zanette. Atleti di 29 nazioni, in arrivo oltre che da vari paesi europei, da Corea del Nord, Australia, Brasile, Sud Africa, Russia, Ucraina, Usa e la nazionale Canadese, per il fatto che una settimana dopo, ad Asiago, si disputano i mondiali.
Il via alle gare venerdì 27 alle 14 con la partenza della Long nel bosco del Cansiglio e premiazioni alle 18, sabato mattina alle 10 gara staffetta Relay sempre in Cansiglio, nel pomeriggio e sera gara Sprint per le vie del centro di Conegliano con parte del centro storico chiuso al traffico. Domenica mattina si ritorna in Cansiglio per il gran finale con la gara Middle e quella che unirà, a cento anni dallo scoppio della guerra, tutti gli atleti dei paesi dell'Alpe Adria. Le gare sono valide anche per la 6. prova di Coppa Italia, il trofeo nazionale centri storici e il campionato regionale staffetta.