SYLLA E FOLIE QUANTA FAME DOPO LO STOP

Lunedì 27 Gennaio 2020
SERIE A1
CONEGLIANO «Rapha e Miriam? Sono cariche a bomba». Daniele Santarelli, allenatore dell'Imoco, lancia l'avviso ai naviganti, ovvero alle prossime avversarie delle pantere a partire da Chieri, che arriverà mercoledì al Palaverde per contendere alle campionesse del mondo l'accesso alle Final Four di Coppa Italia. Dopo il lungo riposo concesso loro dopo Shaoxing, Santarelli può contare sulla centrale di Bolzano e sulla schiacciatrice di Palermo al meglio della loro forma. Lo hanno confermato le tre partite giocate la scorsa settimana: nel 3-1 su Filottrano Sylla è stata top scorer e Mvp, nel 3-0 ai danni dell'Alba Blaj in Champions League Folie è stata la migliore in campo e anche sabato sera sul taraflex di Casalmaggiore le due azzurre hanno dato una grossa mano nel 3-0 che è valso un'altra settimana (anzi due, vista la sosta per la Coppa Italia) solidamente in vetta alla serie A1. Sia Folie sia Sylla, dopo la dispendiosa settimana cinese, sono state tenute a riposo dallo staff tecnico e fisioterapico dell'Imoco.
LA PAUSA
Complice la pausa di inizio anno per i tornei di qualificazione olimpica, le due pantere hanno trascorso più di un mese osservando le compagne giocare. Non deve essere stato facile per due agoniste nate come loro, ma le ultime prestazioni in campo stanno dicendo che ancora una volta la scelta di Santarelli e del suo staff è stata quella giusta. «Adesso Miriam e Rapha sono a bomba, perché hanno fatto quasi 40 giorni vedendo le loro compagne da fuori mentre recuperavano la condizione fisica e mentale e risolvevano molti dei loro acciacchi.
LA RIPARTENZA
Adesso stanno bene e hanno tanta voglia di esprimersi e recuperare il tempo perso. Buon per noi» ha chiosato Santarelli sabato sera a Cremona, dove la partita è stata aperta da Folie a suon di primi tempi vincenti e chiusa da Sylla, autrice di un ottimo finale di una partita che ha lasciato soddisfatto il tecnico umbro: «Forse abbiamo commesso qualche disattenzione di troppo, però nel complesso è stata una buona prova nel corso della quale abbiamo battuto bene, murato abbastanza e tenuto percentuali d'attacco molto alte. Ci sono stati momenti in cui non spingevamo come sappiamo, però il risultato è rotondo. Adesso abbiamo una gara importante mercoledì ricorda Santarelli teniamo tanto alla Coppa Italia e quindi cercheremo di battere Chieri per andare alle Final Four: non sarà facile, però la vittoria di sabato sera ci ha fatto risparmiare energie importanti. Quello al PalaRadi era forse il migliore test per noi in vista dei quarti di Coppa perché fortunatamente stiamo viaggiando un po' meno rispetto a un po' di tempo fa, la squadra cresce e stiamo bene fisicamente. Ci sono stati momenti nei quali ho dovuto fare scelte un po' obbligate, altri nei quali le ho dovute fare per il bene delle ragazze che stavano giocando un po' più spesso e per chi avevo bisogno di testare, perché è giusto capire quanto possa contare su ogni ragazza. Le mie 14 giocatrici sono tutte all'altezza e tutte possono dire la loro».
Luca Anzanello
© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci