Sabato 26 Novembre 2016, 00:00

«Quel killer trattato quasi come un figlio»

«Quel killer trattato  quasi come un figlio»
Quella terribile notte di 7 anni fa non la dimenticherà nessuno: l'omicidio di Elisabetta Leder e della figlioletta Arianna, 2 anni, rimarrà una delle pagine più tragiche e sconvolgenti della storia trevigiana. Vennero massacrate a Castagnole con un coltello dal compagno di Elisabetta, padre di Arianna, Fahd Bouichou, marocchino. Ora sta scontando l'ergastolo nel carcere di Verona. Ieri Elisabetta ed Arianna sono state ricordate con una breve e toccante cerimonia all'istituto Menegazzi dell'Israa, dove Elisabetta lavorava. Il presidente...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«Quel killer trattato quasi come un figlio»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER