Mercoledì 22 Maggio 2019, 00:00

L'INTERVISTA
BREDA Quando la polizia di frontiera gli ha notificato il provvedimento

L'INTERVISTABREDA Quando la polizia di frontiera gli ha notificato il provvedimento di espulsione si è messo a piangere. «Io un radicalista islamico? Non lo sono affatto. Credetemi. Non sono nemmeno un musulmano praticante». Yahia Mansour è sotto choc. Ora si trova a Sfax, una città sulla costa del Mediterraneo a tre ore di strada da Tunisi, dov'è atterrato domenica sera dopo esser stato respinto alla frontiera per motivi di sicurezza dello Stato e di prevenzione del terrorismo. «Neanche mi immaginavo cosa volessero i poliziotti quando...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
L'INTERVISTA
BREDA Quando la polizia di frontiera gli ha notificato il provvedimento
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER