Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

IL PROTOCOLLO
TREVISO Firmato dal dirigente del compartimento di polizia postale

Venerdì 15 Giugno 2018

IL PROTOCOLLO
TREVISO Firmato dal dirigente del compartimento di polizia postale e delle comunicazioni, Emanuela Napoli, e dall'Ad di Geox, Matteo Mascazzini, un protocollo d'intesa per la prevenzione e il contrasto ai crimini informatici per la difesa delle infrastrutture critiche. L'accordo arriva nell'ambito di un'iniziativa di formazione e informazione su temi di sicurezza e gestione dei dati dal titolo La prevenzione e il contrasto ai crimini informatici per la difesa delle infrastrutture critiche informatizzate che si terrà nella sede di Geox.
L'Accordo prende le mosse dalla necessità di garantire un'elevata sicurezza al Paese e al suo sistema economico e sociale, ormai fortemente dipendente da sistemi informatizzati, mediante la cooperazione mirata tra Enti pubblici e privati, così come previsto dal quadro Strategico Nazionale e dal Piano Nazionale per la Protezione Cibernetica e la Sicurezza Informatica.
Il Protocollo punta a sviluppare collaborazioni, condividere procedure e informazioni così da aumentare la capacità di prevenzione e contrasto dei reati e dei crimini informatici, istituzionalmente demandati alla Polizia Postale e delle Comunicazioni, di estrema rilevanza nell'attuale contesto socio-politico che richiede costante attenzione ai fenomeni del cybercrime e del cyberterrorismo. Concretamente la collaborazione partirà dalla condivisione ed analisi di informazioni idonee a prevenire attacchi o danneggiamenti che possano pregiudicare la sicurezza delle infrastrutture informatiche della Geox, per arrivare alla segnalazione di emergenze relative a vulnerabilità, minacce ed incidenti in danno della regolarità dei servizi di telecomunicazione.
Nicola Cendron
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci