IL NODO
TREVISO Sono centinaia le telefonate e le mail arrivate a Mom nelle ultime

Venerdì 26 Novembre 2021

IL NODO
TREVISO Sono centinaia le telefonate e le mail arrivate a Mom nelle ultime ore. E la richiesta è sempre la stessa: i genitori di alunni e studenti vogliono sapere se dal 6 dicembre per salire su autobus e corriere sarà effettivamente indispensabile il Green Pass base (quello ottenibile anche in via temporanea con un tampone con esito negativo). Dopo l'annuncio del governo, le famiglie cercano di organizzarsi pensando pure all'abbonamento di dicembre. Il tema è delicatissimo. Se un ragazzo di 14 anni si presenterà davanti al bus senza certificazione verde, verrà lasciato a piedi? E chi controllerà? «Vedremo come affrontare questa partita, sentendo anche le scuole spiega il prefetto Maria Rosaria Laganà laddove non c'è un obbligo, bisognerà capire se si potrà lasciare un ragazzo a piedi, cosa che sicuramente avrebbe risvolti non positivi. Bisogna tener conto che la questione impatta anche sul normale svolgimento dell'attività scolastica del singolo studente. È una partita estremamente delicata».
VACCINO E STUDENTI
Chi ha meno di 12 anni al momento non è vaccinabile, fermo restando che l'Ema ha appena dato il via libera alla campagna anti-Covid per i bambini dai 5 agli 11 anni. E circa il 30% dei ragazzi trevigiani tra i 12 e i 19 anni è ancora scoperto. «Sappiamo che a breve verrà la vaccinazione per i ragazzi verrà ampliata specifica il prefetto speriamo che anche questo possa essere un modo per convincere qualche genitore riluttante a fare la scelta che dovrebbe consentirci di oltrepassare questa quarta ondata del coronavirus. L'importante è che si capisca che i sacrifici non vengono chiesti tanto per chiedere, ma per arrivare a un risultato positivo per tutti».
LE DIFFICOLTA'
Mom ha già chiarito che non potrà impegnare gli autisti sul fronte del controllo dei Green Pass. «Non possiamo chiedere loro di controllare anche le certificazioni verdi mette in chiaro Colladon com'è possibile pensare che un autista si fermi a controllare i Pass di tutti quelli che salgono a bordo a ogni fermata?». L'attività potrebbe essere affidata ad alcuni controllori. In questo momento, però, molti di loro stanno guidando i mezzi proprio per coprire i buchi lasciati da una trentina di autisti No-Vax e No-Pass irriducibili. «Il governo ha annunciato che per prendere i mezzi pubblici servirà la certificazione verde, ma ad oggi non abbiamo altri dettagli allarga le braccia Colladon se fossi un genitore di un ragazzo che deve andare a scuola in autobus o in corriera, anch'io mi preoccuperei di capire cosa servirà dal 6 dicembre. Appena avremo le linee guida, pubblicheremo tutte le indicazioni sul nostro sito internet». A breve il numero uno di Mom si confronterà con la stessa Prefettura per chiarire se i controlli sui Pass dovranno essere gestiti direttamente dalla società o se ci potrà essere un intervento da parte delle forze dell'ordine, magari a campione. «Faremo le valutazioni del caso tenendo conto delle forze disponibili conclude Laganà evidentemente non sarà facile fare controlli a tappeto. Si spera sempre nel buon senso di tutti».
M.Fav
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA