Electrolux, ginnastica e screening

Giovedì 24 Novembre 2016
Screening gratuiti e attività motorie per i dipendenti dello stabilimento di Susegana: è quanto deciso nel protocollo d'intesa siglato ieri tra la direzione di Electrolux Susegana e l'Usl 7 di Pieve di Soligo. È stato messo nero su bianco l'impegno a collaborare per lo sviluppo di programmi finalizzati alla promozione della salute dei lavoratori dello stabilimento: quindi visite preventive e screening contro le malattie cronico-degenerative, promozione dell'attività motoria, finalizzata in particolare alla prevenzione delle patologie correlate alle posture obbligate, ai movimenti ripetitivi, alla movimentazione dei carichi.
È quanto in più occasioni era stato chiesto a gran voce dalle rappresentanze sindacali. Il servizio di screening cardiovascolare sarà indirizzato ai dipendenti dello stabilimento che presentano fattori di rischio specifici: dall'età alla iperglicemia, dall'ipertensione arteriosa alla scorretta alimentazione, alla sedentarietà e fumo. A loro saranno proposte azioni per migliorare il proprio stato di salute. Negli specifici programmi di attività motoria con personale specializzato spiccano ad esempio gruppi di cammino aziendale oppure sedute di ginnastica e attività motoria all'aperto. Per presentare i programmi operativi l'Usl 7 avrà tre mesi di tempo, mentre una prima verifica è prevista tra sei mesi a giugno 2017.
«Con la firma di questo documento - spiega il direttore di stabilimento Carlo Vanni - oltre a confermare quanto stabilito nella Politica per la sicurezza e la salute sul lavoro, introdurremo nel nostro stabilimento, con il supporto dell'Usl nuove e più ampie iniziative finalizzate alla promozione della salute dei lavoratori, che andranno ad arricchire le attività di prevenzione nell'ambiente di lavoro». Il direttore generale dell'Usl Francesco Benazzi punta sull'importanza della prevenzione delle malattie cardiovascolari. «Questo rappresenta uno degli obiettivi dell'attività dell'azienda sanitaria. Essere giunti alla stipula di un protocollo d'intesa finalizzato alla promozione della salute con la principale industria del territorio rappresenta un importante traguardo».