Addio Florian Steiner: una vita tra genio e sregolatezza

Mercoledì 5 Ottobre 2022 di Maria Elena Toni
Franz Florian Steiner, fotografo scomparso ad Asolo

ASOLO - Asolo piange Franz Florian Steiner, eclettico fotografo e artista, protagonista della vita asolana dei tempi d'oro. Steiner è deceduto nella sua abitazione a 88 anni, compiuti proprio il giorno prima. Amico di Henry Miller, Jack Nicholson, Michelangelo Antonioni e molti altri, una passione smodata per il Giappone, l'eccentricità della sua abitazione, la scarsa sintonia con il denaro: Asolo consegna alla storia un personaggio sicuramente peculiare, cittadino del mondo, che però qui amava tornare perchè «Asolo è diversa da ogni altro luogo, qui c'è tutto» come soleva ripetere.

Personaggio eccentrico 

Se ad un occhio poco attento sfugge la targa Asmara che dà il nome all'abitazione dell'artista e in giapponese ricorda l'atto sessuale al mattino, molto più nota è la lapide in risposta a quella di Casa Malipiero, poco più avanti, e a casa Duse: «In te sta casa no ga mai dormì Napoleone, ma na bona parte dee bee femane nostrane e foreste». Conosciuto da tutti per i suoi comportamenti eccentrici, racconta un'Asolo vivace e frequentata, sia dal punto di vista artistico che umano. Più di qualcuno non ha esitato a definirlo l'Andy Warhol italiano: «Aveva la stessa tecnica di Warhol - racconta Lele Botter del Centrale, dove l'artista era di casa - ma è arrivato prima: lavorava il colore e il materiale fotografico, realizzando opere ognuna diversa dall'altra». Una vita fatta di alti e bassi, tante donne «senza forse averle mai capite davvero - perchè, racconta un asolano - alla fine aveva visto tutto il mondo, ma non aveva mai imparato a capire le persone». Ad Asolo, nella casa ereditata dalla nonna, passava le estati, ma i suoi viaggi sono stati pezzi di mondo entrati nel design della sua dimora, oggi diventata memoria collettiva, come le celebri onde a grandezza naturale della spiaggia di Copacabana, i pavimenti di sughero, le bambole giapponesi in bambù.

Scacchi e geishe

Un uomo della piazza, che amava giocare a scacchi, che non nascondeva le proprie fragilità, come il pessimo rapporto con i soldi, che gli è costato qualche lite: «C'era la piazza piena -racconta un altro asolano- quando ha rotto la chitarra su un carabiniere e dispensato il suo denaro a chi passava». La sua casa piena di oggetti fallici, le donne che hanno attraversato la sua vita molto simili alle geishe, raccontano un artista che non ha mai chiuso con l'adolescenza e un'idea di purezza, forse irrealizzabile nella società contemporanea: suo costume era infatti girare per casa nudo. Un'abitudine che chiedeva anche a chi lo andava a visitare: «Chi era di passaggio poteva anche adeguarsi» sorride un abitante del centro storico- ma non certo gli asolani: a un certo punto ha iniziato a fotografare i seni delle donne che dormivano a casa sua. Era un bell'uomo, molto affascinate: diceva spesso che non aveva avuto un modello maschile in famiglia e che per lui il riferimento era il primo attore che aveva interpretato Tarzan».

Il cordoglio di Zaia

«Se ne è andato improvvisamente un grande artista che aveva scelto da anni, Asolo, come la sua casa. Ci ha lasciati Franz Florian Steiner, noto fotografo internazionale che ha condiviso la sua grandezza artistica con personaggi di alto livello come Henry Miller e Jack Nicholson. Lo stesso Michelangelo Antonioni, uno dei più celebri cineasti della storia del cinema, lo voleva sempre accanto a sé. Parliamo di un uomo di grande spessore culturale, per chi lo conosceva anche di un uomo mite ed accogliente, con la passione per il Giappone dove aveva vissuto per diverso tempo. Un uomo che viaggiava molto e che si arricchiva e condivideva quanto aveva assaporato con il mondo. Un uomo che dopo i suoi viaggi amava tornare a casa sua, ad Asolo, uno dei borghi riconosciuti tra i più belli d’Italia e che da subito lo aveva accolto come proprio figlio. Piangiamo un grande uomo e un grande artista». È la nota rilasciata dal Presidente della Regione del Veneto Luca Zaia per la scomparsa improvvisa del noto fotografo. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci