NIENTE DA FARE CON LA CAPOLISTA

Giovedì 9 Dicembre 2021
NIENTE DA FARE CON LA CAPOLISTA

PARZIALI: 18-25, 25-23, 21-25, 17-25.
DRL PALLAVOLO BELLUNO: Maccabruni 6, De Santis 9, Graziani 15, Ostuzzi 7, Piazzetta 3, Mozzato 9; Martinez (L1), Della Vecchia, Paganin 2, Gionchetti, Milani 1, Pierobon (L2), Guolla. Allenatore: D. Poletto.
GROTTAZZOLINA:  Giacomini, Cubito 5, Vecchi 27, Focosi 8, Pison, Cascio 13, Nielsen, Lanciani, Mandolini 14, Perini, Marchiani 1, Mercuri (L2) , Romiti R. (L1). All. Ortenzi.
ARBITRI: Maurina Sessolo di Fontanelle (Treviso) e Ruggero Lorenzin di Dueville (Vicenza); videocheck Alessandro Scapinello.
NOTE. Durata set: 22', 27', 22', 21' (totale 1h 32'). Belluno: 2 battute vincenti, 22 battute sbagliate, 12 muri. Grottazzolina: 5 b.v., 17 b.s., 16 m. Spettatori 200.
PALLAVOLO A3 MASCHILE
Niente impresa per il Da Rold Logistics. Il Grottazzolina non sbaglia e conquista i 3 punti. Mentre all'esterno della Spes Arena imperversava una bufera di neve che sicuramente ha sfavorito un maggior afflusso di pubblico per l'attesa sfida alla prima della classifica, i rinoceronti si sono battuti con coraggio contro la capolista, centrando anche il momentaneo pareggio, ma alla fine si sono dovuti arrendere. È il primo stop dopo 7 risultati utili consecutivi e 4 vittorie di fila.
IL CONFRONTO
L'approccio dei rinoceronti è quello giusto, concentrazione in battuta e sotto rete. Il primo squillo della partita è il super muro di Danilo De Santis, un vantaggio iniziale che si rivela però un'illusione. La squadra ospite ha fisico e tecnica, un mix letale incarnato soprattutto dal numero 4 Vecchi che trascina i suoi sia in fase offensiva sia a muro: è proprio nel secondo fondamentale che la capolista impressiona, concludendo il set con ben 7 blocchi contro uno solo del Drl. Belluno prova a rientrare in partita inserendo anche Milani e Della Vecchia, ma non riesce a scalfire il vantaggio ospite che va via via crescendo fino al 18-25 finale. Lo svantaggio non spaventa i rinoceronti, che nel secondo set rientrano in campo come se nulla fosse successo. I biancoblù trovano continuità guidati da un ottimo Maccabruni, costringendo Grottazzolina a chiamare il primo time out sull'8-5. Il Videx accorcia però le distanze, approfittando anche dei numerosi errori dolomitici in battuta (ben 6 di fila) e trasforma il parziale in una combattuta sfida punto su punto. Nel momento più concitato a decidere il set è la classe e l'esperienza di Graziani: sul 21 pari il numero 10 biancoblù infila tre grandissime battute, decisive per i bellunesi che in volata chiudono 25-23. Se Grottazzolina pensava di venire a Belluno a passeggiare si sbagliava di grosso.
COLPO SU COLPO
Anche nel terzo set i rinoceronti ribattono colpo su colpo, non mollando gli avversari senza mai permettergli di scappare via. Muro e attacchi pesanti, De Santis e il solito Graziani (quasi incontenibile) sono le sicurezze a cui il sestetto dolomitico si affida maggiormente ma purtroppo non basta: il capitano Vecchi si carica i suoi sulle spalle e la Videx accelera, centrando il nuovo vantaggio. Nel quarto set i rinoceronti provano a cambiare al centro per rientrare in partita, inserendo Paganin per Piazzetta. Il parziale si apre nuovamente equilibrato ma gli ospiti scappano via prima, portandosi su un comodo 15-19. Il Drl accenna un recupero accorciando subito 17-19 ma deve poi arrendersi: finisce 17-25 e finisce anche la speranza di arrivare al quinto set e di muovere quindi ulteriormente la classifica, com'era sempre riuscito dalla terza giornata, dal lontano 24 ottobre.
Pietro Alpago Novello
© riproduzione riservata

© RIPRODUZIONE RISERVATA