CRICKET
(d.p.) È sempre Venezia la bestia nera del Royal Cricket Padova;

Lunedì 19 Aprile 2021
CRICKET
(d.p.) È sempre Venezia la bestia nera del Royal Cricket Padova; come lo scorso anno, i Royals (nella foto) sono andati a sbattere contro la forte formazione lagunare che ha loro negato l'accesso alle finali di coppa Italia.
Il torneo di qualificazione si è svolto di recente a Campalto, nell'ambito del Fancode Italy organizzato dall'European Cricket Network. All'evento hanno partecipato due squadre padovane, il Royal Padova e il Cricket Padova, oltre alle formazioni del Venezia, del Trentino Aquila e del Lonigo. Il girone ha visto una fase eliminatoria (andata e ritorno) in cui i Royals si sono classificati secondi alle spalle di Venezia con 5 vittorie e 3 sconfitte; negativa invece la performance del Padova Cricket che ha perso tutte le partite. Nello spareggio per l'accesso al girone finale di Roma, Venezia ha confermato il proprio dominio sconfiggendo i Royals piuttosto nettamente; in termini tecnici ha vinto di 8 wickets.
Comunque soddisfatto il presidente Rodrigo Manoj, perché la sua formazione è stata all'altezza della sfida: «Venezia resta l'avversario da battere; ci siamo andati vicini durante il girone, mentre in finale forse eravamo troppo tesi. Comunque ci alleneremo duramente per il campionato italiano, quando in estate ci troveremo di nuovo di fronte e cercheremo di spodestarli».
Proprio il campo di allenamento è una delle preoccupazioni principali della società. L'anno scorso utilizzava il parco di via Andalusia (poco oltre la zona industriale), che però ora è stato ristrutturato dal Comune in area verde attrezzata. Ma la soluzione sembra dietro l'angolo; l'assessore Bonavina ha individuato nell'area verde prospiciente lo stadio Euganeo (attualmente inutilizzata) lo spazio giusto per il cricket, che ha bisogno solo di una superficie estesa, senza alcuna necessità di strutture; le squadre infatti portano con se tutto il (poco) materiale necessario per giocare, che viene rimosso alla fine di ogni allenamento o partita. L'unico obbligo è quello di mantenere l'area pulita e di curare la poca manutenzione necessaria. Essendoci però in città due squadre, il Comune ha deciso di assegnare con bando l'area; lo ha vinto la Federazione italiana di cricket, cui verrà demandata la responsabilità dell'utilizzo della zona verde.
Il cricket è un gioco ancora poco conosciuto in Italia e i suoi praticanti sono soprattutto cittadini asiatici provenienti dagli ex Dominions britannici; la zona dell'Euganeo potrebbe dare un significativo impulso alla diffusione di questo affascinante sport nella nostra città.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci