(M.Sca.) Costa di Rovigo ha ospitata il secondo raduno di auto

Mercoledì 6 Luglio 2016
(M.Sca.) Costa di Rovigo ha ospitata il secondo raduno di auto e moto d'epoca "Memorial Francesco Gianesella", organizzato dal Club auto moto storiche Rovigo in collaborazione con Pro loco, Circolo ruote classiche rodigino, Club Alfa Romeo Rovigo e Amici auto d'epoca di Lendinara. Una quarantina tra auto e moto storiche si sono date appuntamento in piazza San Giovanni Battista. Tra i veicoli più rari e interessanti, da citare la Fiat 501 del 1925 e la Fiat 503 Torpedo del 1929 della collezione Gianesella, presente con diverse altre autovetture d'epoca, condotte dai figli. Tra le anteguerra, presenti anche due Fiat 508 Balilla, una Fiat 500 A Topolino, una Lancia Augusta. Completavano il parco delle vetture italiane diverse altre Fiat, Lancia, Alfa Romeo, Autobianchi costruite dal dopoguerra fino agli anni '90. Tra le vetture più rare, spiccava l'Alfa Romeo 1900 Super bianca e azzurra. Diverse anche le vetture straniere: Triumph, Volkswagen, Ford, una mastodontica Cadillac DeVille Sedan e un'elegante Rolls Royce Silver Shadow dalla particolare colorazione champagne.
Tra le moto, le più rare e particolari erano una Moto Guzzi Sport 15 e una Moto Guzzi GTV. I veicoli hanno sfilato per le vie del paese, proseguendo poi verso Villanova del Ghebbo e Fratta Polesine. A conquistare il premio di vettura più votata dalla giuria è stata la Fiat 1100 B Taxi del 1949 di Bruno Pegoraro, mentre il premio per la vettura più anziana è stato assegnato ex-aequo alla Fiat 508 Balilla di Romeo Cantin e alla Lancia Augusta di Alessandro Ferlin, entrambe del 1935. Due premi speciali sono stati assegnati alle vetture più particolari, ovvero la Fiat 595 Abarth e la Cadillac DeVille Sedan.
© riproduzione riservata