«La vera minaccia? I ladri»

Domenica 21 Maggio 2017
«La vera minaccia? I ladri»
Transenne antiterrorismo ok, ma la stessa attenzione dovrebbe essere dedicata alla microcriminalità. Il rischio del terrorismo tutto sommato, è un'eventualità remota per i rodigini che percepiscono molto di più la preoccupazione per la microcriminalità.
«Se non ci fossero e succedesse qualcosa, tutti direbbero che le istituzioni avrebbero potuto fare di più. Siccome con i se' non si va da nessuna parte, l'utilità delle transenne antiterrorismo può avere un senso, soprattutto con tutta la delinquenza che c'è in giro afferma Mauro - Se dovessi fare una valutazione penserei più che altro al rapporto costi/benefici per i cittadini: oltre alle transenne mobili valuterei soluzioni più lungimiranti». Il parere di Mauro, ieri a passeggio con il suo cane al mercato del sabato, rappresenta al meglio le varie opinioni raccolte tra i cittadini. Per quanto siano nuove, robuste e in ferro, le transenne mobili non sono viste come una soluzione definitiva ai problemi di sicurezza dei cittadini.
«Ci chiediamo fino a che punto possano tenere: una macchina piccola forse, un camion non lo fermerebbero» osservano Elena e Alessandro, ieri mattina al mercato con la loro bambina. «Ci sono tanti tipi di criminalità che andrebbero arginati e rispetto ai quali bisognerebbe rassicurare i cittadini aggiungono Anna e Lucia Noi che lavoriamo nella pubblica amministrazione lo sappiamo bene, i soldi scarseggiano per tutto, perciò si fa di necessità virtù: anche con le transenne. Se ci fossero più soldi si potrebbe fare di più. Se ci fossero fondi, sarebbe opportuno che la vigilanza fosse molto più rafforzata, ma in tutti gli ambienti, non solo al mercato: nelle strade, ma anche in Parlamento, dappertutto». Fino a qualche anno fa, osserva Lucio, commerciante, «giravano per il mercato i carabinieri di quartiere, sia il martedì che il sabato. Diciamo che il rischio maggiore nei mercati è rappresentato dai borseggi, più che dal terrorismo. Le transenne hanno una funzione di deterrenza: sono robuste e danno la sensazione che il mercato sia controllato, presidiato da ogni punto di vista».
Per la cronaca, la polizia municipale era presente ieri mattina, all'altezza di metà percorso commerciale, almeno fino a quando il mercato non ha cominciato a svuotarsi per la pioggia.
Le nuove barriere di ferro sono costate circa 3mila euro, ma ci sono sul piatto 50mila euro per il servizio di spostamento della segnaletica stradale (tra cui appunto lo spostamento continuo delle transenne nei giorni di mercato). Ed è proprio questa la cifra su cui i cittadini si interrogano: vale la pena spenderli o meglio fare un investimento e prendere le barriere a scomparsa?
«Se un pazzo dovesse lanciarsi con un mezzo sulla folla, verrebbe fermato solo se fosse a bordo di una macchina piccola. Un Suv o un camion, come è successo nelle città europee colpite, supererebbero certamente le transenne osserva Lucio Si potrebbe invece fare un investimento acquistando quelle a scomparsa, da tirare su quando c'è il mercato o altre manifestazioni». In ballo però c'è anche lo spostamento delle bancarelle previsto dal Piano mercatale, quindi un investimento nelle barriere a scomparsa dovrebbe essere valutato solo in seguito.
«Investimenti lungimiranti rimarca Mauro sono quelli che farebbero il bene dei cittadini». Se si scegliesse il Corso del popolo per manifestazioni e mercato, a quel punto avrebbe senso installarle. Diversamente, è chiaro a tutti, sarebbe una spesa inutile.
© riproduzione riservata
Ultimo aggiornamento: 11:08